Parigi, morte e orrore alla sala concerto Bataclan - Notizie.it

Parigi, morte e orrore alla sala concerto Bataclan

Attualità

Parigi, morte e orrore alla sala concerto Bataclan

 

Il Bataclan è una sala concerto, dove la gente va ad ascoltare musica, va a divertirsi.

Ieri sera era di scena una band canadese e centinaia di giovani erano corsi ad applaudirla, insieme a turisti e gente comune, ma soprattutto giovani: ragazzi come quelli che hanno fatto irruzione e che hanno seminato morte e terrore.

Cosa avranno provato quei ragazzi quando si sono trovati di fronte dei loro coetanei che impugnavano un Kalashnikov, che errano tranquilli mentre toglievano la vita a persone inermi?

Le testimonianze dei sopravvissuti descrivono uno dei terroristi come molto giovane, a volto scoperto, occhi e capelli neri e calmo, molto calmo che sparava alle persone come fossero piccioni al grido di Allah è grande.

Hanno ucciso 100 persone, per lo più ragazzi come loro, prima che le teste di cuoio francesi riuscissero ad entrare: hanno sparato a ragazzi che avevano la loro stessa età e che, differentemente da loro, avevano scelto la vita, la gioventù, la civiltà; hanno fatto il tiro a bersaglio su ragazzi che erano lì per ascoltare musica, per divertirsi e hanno deciso che era arrivato il momento che le loro orecchie non ascoltassero più, che non ridessero più, che non vivessero più.

Il Bataclan, fino ad oggi uno dei locali più famosi per le sue manifestazioni musicali, da oggi sarà ricordato come un luogo di lutto e terrore; sarà il luogo dove decine di ragazzi hanno perso la vita per mano di coetanei che una vita non l’hanno più.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche