Salento, è allarme stupri

Cronaca

Salento, è allarme stupri

Tre casi di violenza sessuale (di cui uno ancora da accertare) in soli due giorni. E’ pesante il bilancio delle vittime di stupri nel Salento, che raccontano la medesima versione dei fatti, cioè di essere state aggredite sessualmente dopo aver bevuto alcolici in una delle feste organizzate nei lidi del litorale salentino. La Prefettura di Lecce ha lanciato l’allarme e si è riunita per decidere provvedimenti urgenti per arginare questo triste fenomeno legato alla movida estiva.

Si è quindi stabilito, da oggi e fino alla chiusura della stagione estiva, di vietare a Gallipoli e dintorni happy hour pomeridiani all’interno dei lidi e somministrazione di superalcolici. Inoltre le feste nei lidi dovranno sempre essere autorizzate e avere un numero di partecipanti previsto sulle autorizzazioni.

Il Prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta, ha dichiarato: “Ci sono interessi pesantissimi che girano attorno ai luoghi di divertimento frequentati dai giovani salentini. Girano bottiglie di superalcolici di dieci litri, con violazioni, tra l’altro, della normativa fiscale”.

Le misure adottate sono state appoggiate anche dall’associazione di categoria Assobalneari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche