Salento Negroamaro Igp Simpotica 2011, Severino Garofano COMMENTA  

Salento Negroamaro Igp Simpotica 2011, Severino Garofano COMMENTA  

Nel cuore del Salento, precisamente a Copertino, in provincia di Lecce, si trova l’azienda Monaci fondata da Severino Garofano nel 1995; qui vengono prodotte circa duecentoventimila bottiglie di vino all’anno, una meravigliosa espressione del grande potenziale dei vitigni autoctoni locali, Negroamaro in primis, ma anche Malvasia Nera, Montepulciano, Aglianico, Malvasia Bianca e l’internazionale Chardonnay, che qui cresce e si adatta particolarmente bene.

Oggi degustiamo il Salento Igp Rosso Simpotica, il cui nome richiama l’aggregazione “simpotica” o “simposiale”, banchetti che celebravano nel periodo dell’antica Grecia, lo stare insieme e non solo, consumando buon vino, recitando poesie e tenendo discorsi e riflessioni (celebre il Simposio di Platone). Il vino è ottenuto in prevalenza da uve Negroamaro con Malvasia Nera e Montepulciano e per l’annata 2011 possiede un bel colore rosso rubino intenso e molto consistente nel calice.

Leggi anche: Lazio Rosso Igp Il Vassallo 2013, Colle Picchioni

Al naso esprime intense note fruttate, come marasca e frutti di bosco, seguiti da viola essiccata, cannella, pepe nero e terra bagnata; di forte impatto l’equilibrio in bocca, ben calibrato fra sapidità e freschezza, buona struttura, maturità del frutto e gradevoli tannini.

Lungo e di buona persistenza aromatica, lo proverei con l’anatra farcita al forno.

 

Leggi anche

Style

Cosa regalare a Natale ai nonni

Natale 2016: tutte le idee regalo per augurare un felice e gioioso Natale ai vostri cari ed amati nonni Tra poco è Natale e già dai primi giorni di dicembre siamo alle prese con i regali, che idee, cosa acquistare, a chi fare i regali? Insomma, la nostra mente è così impegnata in modo tale da non dimenticare in alcun modo nessuno e non ritrovarsi gli ultimi giorni a dover correre di qua e di là per concludere gli ultimi preparativi natalizi. Certo è che scegliere i regali per ogni persona diversa e, soprattutto per i nostri cari familiari non Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*