Sallusti, domiciliari nella lussuosa villa di Santanché COMMENTA  

Sallusti, domiciliari nella lussuosa villa di Santanché COMMENTA  

Il direttore Sallusti ha più volte sfidato i giudici ad arrestarlo. Si diceva contrario a qualsiasi pena alternativa alle quattro mura di una cella, anche se sapeva che, al massimo, sarebbe finito ai domiciliari.

E che domiciliari. Le quattro mura dove si trova Sallusti, racchiudono un’area da 920 mq, con tutti i confort. Si tratta della residenza di Daniela Santanché, compagna del giornalista.

Quest’ultima ha querelato, per violazione della privacy, il direttore della Stampa Mario Calabresi e del giornalista che ha firmato l’articolo. Questo tanto per restare coerenti dopo le battaglie per evitare la galera “all’eroico” Sallusti.

Nella denuncia querela si legge «L’ingiustificabile divulgazione di numerosi dati, di nessuna rilevanza pubblica, e potenziale rischio per l’incentivazione alla commissione di ulteriori gravi reati: furto, rapina, stalking, violenza privata ed altro».

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*