Salvataggio Grecia ancora bloccato, il Fmi deciderà in autunno

News

Salvataggio Grecia ancora bloccato, il Fmi deciderà in autunno

Mentre il parlamento greco ha approvato buona parte delle riforme concordate da Tsipras all’ultimo decisivo Eurosummit, continuano i dubbi fra i creditori.
In primo luogo, a pesare sono le diverse opinioni circa la solvibilità che Atene sarebbe in grado di garantire, nonché la generale situazione del debito greco. Varoufakis lo aveva detto da subito, che il debito non era in condizioni di poter essere ristrutturato e, sin dall’inizio dei negoziati, era girata la voce di un fantomatico studio del Fmi che giungeva proprio alle stesse conclusioni.
Dossier segreto, vero o meno che fosse, adesso che si è andati al dunque, con le maschere gettate, l’impossibilità di ristrutturare il debito di Atene è diventata una delle certezze dell’istituto presieduto da Christine Lagarde.
Commissione UE e Germania non sono dello stesso avviso (o forse sì, secondo altri, i maligni) e, inevitabile, su questo tema arriva il primo punto di attrito.
In secondo luogo, a destare perplessità è l’attuale situazione politica dell’esecutivo Syriza, con una maggioranza falcidiata da defezioni, peraltro provenienti dall’interno del partito di governo, e che deve appoggiarsi in modo costante ai voti dell’opposizione per portare avanti il programma delle riforme.

Probabili, anzi probabilissime, le elezioni anticipate, già quest’autunno, per verificare se Tsipras ha ancora i numeri da premier oppure no. Dovesse prevalere la seconda opzione, tutto potrebbe essere rimesso in discussione.
In tutto ciò, mentre Juncker reclama una definizione completa e finale del piano di salvataggio entro il 20 agosto, il Fmi dimostra di avere un’ottica del tutto diversa. A parlare è stato il responsabile del Nord Europa, lo svedese Thomas Ostros, il quale ha dichiarato che, all’interno dell’istituto, “è forte il sostegno per un coinvolgimento nel nuovo programma di aiuti, ma, per una decisione, ci vorrà tempo”, e, pertanto, il Fmi “prenderà una decisione in autunno”.
Difficile, a questo punto, che possa prevalere la linea Juncker, cioè Schaeuble, di chiudere il tutto il più in fretta possibile, in modo da rendere operativa la situazione definita dagli accordi di Bruxelles. Se il Fmi si tirerà davvero indietro fino al prossimo autunno, la porta per la Grexit resta ancora aperta.

1 Trackback & Pingback

  1. Salvataggio Grecia ancora bloccato, il Fmi deciderà in autunno | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...