Salvato un neonato tra i rifiuti: aveva ancora il cordone ombelicale

Cronaca

Salvato un neonato tra i rifiuti: aveva ancora il cordone ombelicale

Pochi giorni fa, a Santa Maria di Sala , in provincia di Venezia, una donna, una insegnate di scuola elementare, ha trovato un bambino abbandonato tra i rifiuti. Ha detto di aver provato delle emozioni molto intense e di essere decisamente provata, e questo quando ha rinvenuto il neonato.

Ha affermato di non sentirsi una donna super e di non volere accollarsi dei meriti speciali. È semplicemente una mamma che ha fatto quello che avrebbe fatto ogni altra persona. Ha deciso di coinvolgere in questo suo gesto anche la sua famiglia. Il suo desiderio più grande è quello di vivere in privato i sentimenti e le emozioni che stanno provando lei e la sua famiglia.
Il bimbo aveva ancora il cordone ombelicale attaccato e piangeva disperatamente; era stato chiuso in un sacchetto e depositato in un cassonetto (quelli per la raccolta dei rifiuti). La donna, verso sera, ha ritrovato il neonato e questo perché ha sentito degli strani gemiti.

Subito la donna ha guardato all’interno del cassonetto, ha notato il bimbo ed ha immediatamente chiamato i soccorsi. In questo modo ha salvato la vita del neonato, che è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Dolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche