Salvatore Aranzulla cancellato da Wikipedia e la sua ‘comunità’ insorge COMMENTA  

Salvatore Aranzulla cancellato da Wikipedia e la sua ‘comunità’ insorge COMMENTA  

Salvatore Aranzulla

Il nome del popolare redattore di guide on line, Salvatore Aranzulla, è stato cancellato dall’enciclopedia Wikipedia. La solidarietà dei suoi fan.

Salvatore Aranzulla è considerato uno dei più affidabili redattori di guide on line su internet ma nonostante abbia rappresentato per tanti anni un punto di riferimento per i naviganti inesperti, Wikipedia ha deciso di eliminare la voce legata al suo nome. Tante persone hanno imparato a masterizzare, scaricare file Pdf e compiere altre operazioni su Pc grazie ai preziosi consigli forniti dal sito di Salvatore Aranzulla, diventato una figura popolare del web.


Il suo sito è diventato una sorta di motore di ricerca delle guide on line per impare ad usare il pc, ma nonostante il grande numero di visitatori, Wikipedia ha deciso adesso di non mostrare più la voce legata al suo nome. Ad annunciarlo è stato lo stesso autore del sito, con proprio grande rammarico: ‘Amici cari, vi dico solo che concorrenti di bassa lega e rosiconi stanno proponendo l’eliminazione della mia voce da Wikipedia’ ha rivelato Aranzulla ai suoi fan, che sarebbero quasi 340 mila sulla propria pagina di facebook.


Il portale vanta quasi 400 mila visite giornaliere, un numero notevole che ha generato un volume d’affari importante che si aggira attorno al milione di euro ogni anno. Nonostante questi lusinghieri risultati, gli utenti che scrivono sulla più grande enciclopedia on line, hanno deciso di mettere al bando il nome di Salvatore Aranzulla proprio perchè la voce relativa non sarebbe corredata da fonti sufficientemente autorevoli secondo i dettami imposti dal portale.


Cosi dopo una discussione durata alcuni giorni, si è decisa l’eliminazione del nome di Aranzulla da Wikipedia. Dopo che la notizia si è diffusa, Aranzulla è stato tempestato di messaggi di solidarietà da parte dei suoi fan.

L'articolo prosegue subito dopo

‘Abbiamo fatto scoppiare una bomba – ha confermato lo stesso autore di guide on line – più di 300 mila persone sono venuti a conoscenza della cancellazione della mia pagina e mi hanno voluto dare il proprio sostegno e discussioni sono state avviate in rete’.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*