Salvatore Girone in Italia: non parteciperà alla parata 2 giugno 2016 COMMENTA  

Salvatore Girone in Italia: non parteciperà alla parata 2 giugno 2016 COMMENTA  

salvatore girone italia
salvatore girone italia

Dopo quattro anni di assenza dall’Italia, sabato 28 maggio 2016 Salvatore Girone è finalmente tornato a casa.

Trattenuto in India insieme al compagno Massimiliano Latorre, già tornato in patria per motivi di salute, Girone ha potuto riabbracciare i suoi cari solamente nella prima serata di sabato. Ad attenderlo all’aeroporto di Ciampino, i famigliari, prima tra tutti la moglie Vania Ardito, insieme al ministro degli Esteri Paolo Gentiloni e Roberta Pinotti,ministro della Difesa.


Dopo l’arrivo all’aeroporto romano, Salvatore Girone ha deciso di non rilasciare interviste e ha chiesto di essere condotto a casa. Da Ciampino ha ripreso un aereo con destinazione Bari, partendo alla volta di Torre a Mare, dove è stato riaccolto in primis dal nonno (dal quale prende il nome) che, per l’emozione e la gioia di riabbracciare il nipote dopo così tanto tempo, ha avuto un mancamento. Ad accogliere il soldato italiano nella sua città natale moltissimi striscioni di bentornato.


Matteo Renzi ha comunicato al Tg5 che Salvatore Girone non parteciperà alla parata che si terrà in occasione del 2 giugno, come era stato invece richiesto dagli ex ministri Ignazio La Russa e Giulio Terzi, per evitare che la figura dei marò tornati finalmente in Italia possa essere strumentalizzata in qualunque maniera.

Dopo anni in cui si era dibattuto sulla questione e sul rientro dei marò in Italia, è stato confermato che Girone resterà qui almeno fino alla conclusione dell’arbitrato internazionale nel 2018.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*