Salvini: anche un cane meglio di Renzi

News

Salvini: anche un cane meglio di Renzi

Continua la polemica a distanza fra i due Matteo della politica italiana.
Dopo le schermaglie dei giorni scorsi, con la necessità di distinguere fra uomini e bestie (copyright Renzi) e l’utilizzo dello spregiativo “verme” (copyright Salvini), il leader della Lega è tornato all’attacco parlando a La Zanzara su Radio 24.
“Renzi è un infame” ha detto senza troppa delicatezza Matteo Salvini “uno può attaccare Salvini, ci sta, ma se dai delle bestie a chi vuole regole per l’immigrazione sei un infame. Se fai il premier governa, non puoi insultare gli italiani”.
Salvini non si è però fermato: conscio del momento di vulnerabilità del premier, legato alla scelta di appoggiarsi in maniera così melodrammatica alla foto del bambino curdo morto in spiaggia, ha continuato ad attaccare Renzi dicendo di lui che “ha parlato di bestie, ma spesso e volentieri le bestie a quattro zampe sono molto più intelligenti di qualche bipede. Ci sono cani più intelligenti anche di qualche uomo, anche di qualche uomo al governo”.
Che la polemica fra Renzi e Salvini stia dando un vero contributo alla scena politica italiana e alla discussione sul tema dell’emergenza migranti è cosa di cui dubitare è lecito, se non inevitabile.

Però è chiaro che, avviata la battaglia di insulti (perché di questo si tratta – tanto per dire le argomentazioni), nessuno vuole fermarsi per primo, nel timore di scontentare il suo elettorato più estremo.

La domanda, a questo punto, è quanto estremi siano gli elettorati Pd e Lega Nord.

Se infatti, per quanto riguarda la Lega, è chiaro che l’essenza politica si basa essa stessa su una forma di estremismo, inteso in senso politico puro, per quanto riguarda il Partito Democratico la situazione dovrebbe essere diversa, perché il Pd si presenta come una formazione politica di centro sinistra, ovvero ammette che la propria essenza tenda a escludere posizioni estreme.

Dei due, insomma, il primo a fermarsi dovrebbe essere Renzi, ma non c’è da scommetterci, anche perché Salvini, detto chiaro chiaro, ci è andato giù pesante.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche