San Patrizio: origine della festa COMMENTA  

San Patrizio: origine della festa COMMENTA  

San Patrizio: origine della festa
Una marea verde invade le strade di Dublino per celebrare la festa di San Patrizio.

Il 17 marzo di ogni anno nei paesi anglosassoni tutto si tinge di verde per celebrare la festa di San Patrizio, patrono d’Irlanda. Ecco da dove ha origine di questa tradizione.


Se esistono due cose in grado di far pensare subito all’Irlanda, quelle sono il verde e San Patrizio. E proprio in occasione del giorno in cui si celebra il santo patrono dell’isola, una marea del colore dei prati e degli smeraldi invade le vie delle città dei paesi anglosassoni all’insegna dell’allegria e dell’orgoglio d’essere irlandesi. Al punto che la festa di San Patrizio è diventata uno degli appuntamenti più importanti dell’anno.


Ma da dove trae origine questa tradizione? Il St. Patrick’s Day nasce, in realtà, come festa degli emigrati irlandesi. Anche se oggi la si celebra in pompa magna anche a Dublino, la ricorrenza era l’occasione per chi era stato costretto a lasciare il proprio paese di rivendicare il proprio orgoglio nazionale. La prima testimonianza scritta di addobbi e celebrazioni in onore di San Patrizio fuori dall’isola la troviamo nel “Diario a Stella” di Jonathan Swift e risale al 1713. L’autore, anch’egli irlandese, in una delle pagine scrive che il Parlamento di Westminster era chiuso in occasione della festa di San Patrizio e che Londra era addobbata in un modo che faceva pensare che tutti venissero dall’Irlanda.


Per quanto riguarda il St. Patrick’s Day negli Stati Uniti, invece, le prime celebrazioni si tennero il 17 marzo del 1737 a Boston e, curiosamente, a festeggiare erano non i cattolici – in realtà all’epoca esclusi dalle celebrazioni – bensì i protestanti irlandesi immigrati in America. La tradizionale parata di San Patrizio a New York si tenne, invece, per la prima volta nel 1762 e fu del tutto improvvisata. Un gruppo di militari irlandesi diretto a una taverna per celebrare il proprio patrono, infatti, decise di marciare dietro la propria banda mostrando gli stendardi del reggimento.

L'articolo prosegue subito dopo


La cosa piacque così tanto a chi la vide, che si decise di farne un’usanza. Alla parata negli anni si unirono sempre più persone di origine irlandese, tutte vestite di verde, colore che rappresenta l’Irlanda. L’importanza della festa di San Patrizio negli USA si spiega con il grandissimo numero di immigrati irlandesi che sbarcò in America nel XIX secolo, a causa della Grande Carestia che colpì l’isola, costringendo milioni di abitanti a cercare fortuna al di là dell’Oceano.

Alla festa di San Patrizio sono legati anche numerosi eventi della storia americana. Durante la Guerra dei Sette Anni, ad esempio, soldati irlandesi si trovarono a combattere sia dalla parte dei francesi, sia da quella degli inglesi. In occasione del St. Patrick’s Day del 1757 le truppe francesi attaccarono quelle inglesi a Fort Henry, perché gli irlandesi che erano insieme all’esercito transalpino pensarono di cogliere impreparati i loro connazionali che combattevano con gli inglesi per via del giorno di festa. Non fu così, però, perché John Stark, capitano irlandese che combatteva sotto le insegne britanniche, aveva dato alle sue truppe una razione in più di liquore per festeggiare. E l’alcol fu il “carburante” giusto per sconfiggere i francesi.

Le celebrazioni per la festa di San Patrizio si tennero anche durante la Guerra d’Indipendenza e nel 1778 l’esercito guidato da George Washington celebrò il St. Patrick’s Day a Valley Forge, in Pennsylvania, dove vi erano gli accampamenti invernali.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*