Sanremo 2012: il Celentano-show salva lo spettacolo. Sospese le eliminazioni

Musica

Sanremo 2012: il Celentano-show salva lo spettacolo. Sospese le eliminazioni

Sono il super-show di Adriano Celentano, la rumorosa assenza di Ivana Mrazova e soprattutto il clamoroso guasto tecnico al sistema di votazione i piatti forti della prima serata di Sanremo 2012. Il risultato è lo stravolgimento del regolamento: a causa di un guasto tecnico al sistema elettronico di votazione fin dalla seconda canzone, quella di Samuele Bersani, la serata è servita di fatto come antipasto. Voti annullati per non falsare la competizione ed eliminazioni rinviate a mercoledì quando saranno quattro i cantanti a lasciare la gara, seppur solo momentaneamente in attesa del ripescaggio di due brani venerdì. Una decisione presa malissimo dalla giuria tecnica presente all’Ariston ma che Morandi ha ritenuto “doverosa”: ciò non toglie la figuraccia della Rai e dell’organizzazione, che si assomma a qualche difetto di acustica e ad un paio di incomprensioni al momento degli stacchi pubblicitari. Insomma, chiamiamola falsa partenza: un inizio in sordina rispetto alla scorsa edizione e pure al recente passato.

Sarà forse colpa delle aspettative eccessive, del generale momento attraversato dagli italiani, che chiedono sempre qualcosa di più ai momenti di svago, o più probabilmente di un livello delle canzoni che si è abbassato e non di poco rispetto al 2011.

Così sarà una notte di passione per l’organizzazione, in attesa dei riscontri Auditel: ma se sembra sicuro il picco d’ascolti per le 22.25, quando, accompagnato dall’annunciato “clima di guerra” Celentano ha fatto irruzione all’Ariston, i numeri andranno analizzati in profondità per capire dove si è sbagliato. Perché qualcosa di sbagliato c’è stato, questo è certo, ed anche per questo nessuno può escludere che Adriano “Il Salvatore” torni a soccorrere il Festival anche mercoledì o giovedì. A patto però che il suo fiume di parole sia meno dirompente rispetto agli attacchi violentissimi a Famiglia Cristiana e ad Avvenire (“Questi giornali devono chiudere in fretta” ha detto) e all’editorialista del Corriere Aldo Grasso, chiamato “deficiente” senza tanti giri di parole.

Nei suoi 45’ di spettacolo il Molleggiato ha come previsto spaziato su tutto lo scibile: dalle suddette questioni religiose all’immancabile politica accusata pesantemente per non aver fatto passare il referendum sulla riforma elettorale. Parole dure quelle di Celentano, che scuotono le coscienze e destinate a dividere: o lo si odia o lo si ama ma di certo gran parte della conferenza stampa di martedì sarà dedicata alla pioggia di domande sull’autentico show improvvisato dal cantante che si avvalso di una spalla d’eccezione e del tutto inattesa come Pupo. La Rai era davvero all’oscuro dei contenuti dei discorsi di Celentano?

Ma tornando al prodotto sanremese, ha fatto rumore l’assenza di “Ivanka” Mrazova bloccata da una forte cervicalgia: è la prima volta nella storia del Festival che una valletta (o co-conduttrice) manca l’appuntamento con l’Ariston. Impossibile non provare pietà per la bella valletta ceca, che è stata addirittura trasportata in ospedale ma che dovrebbe recuperare per mercoledì.

Al suo posto comunque hanno fatto la loro figura la coppia Canalis-Belen, che avrebbero dovuto essere di scena mercoledì ed invece chiamate in tutta fretta per affiancare Morandi e Papaleo: più spigliate e divertenti dello scorso anno, le due ragazze si sono ben disimpegnate. E che dire di Papaleo? Professionalità indiscutibile e senso recitativo eccezionale ma la sua ironia è parsa spesso demodè e semplicemente la sua presenza non sembra perfettamente adatta alla platea sanremese. Ma a piangere è soprattutto il piatto delle canzoni: davvero poche quelle di qualità. Salviamo Nina Zilli, Chiara Civello, Pier Davide Carone e parzialmente la coppia D’Alessio-Bertè. Deludenti i favoriti della vigilia Emma e Renga, sottotono anche Noemi. Ma per tutti ci sarà una seconda occasione: meglio così…

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=_AEG5W7ptvk&w=560&h=315]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...