Santoro ritorna con Servizio Pubblico, ma fa sostituire lo spot “Loro rubano, tu che fai?”

Cultura

Santoro ritorna con Servizio Pubblico, ma fa sostituire lo spot “Loro rubano, tu che fai?”

Da qualche settimana, su LA 7, un nuovo spot annunciava l’imminente ritorno (il prossimo 25 ottobre) di Michele Santoro con il programma Servizio Pubblico.

Ancora prima dell’inizio della trasmissione, però, si sono accese le polemiche. Nei promo, infatti, si vedeva Giulia Innocenzi, ed altri volti noti del programma, girare per le vie di Roma con provocatori cartelloni con su scritto “Loro rubano e tu che fai?” La domanda veniva girata alla “gente della strada” e le risposte ottenute erano tutt’altro che pacate, Tra le repliche più colorite: «Mi piacerebbe avere il lanciafiamme», “Io mi inc…“, o «Fidati che invece di incendiarsi, di salire sul cupolone di San Pietro per protestare, prima o poi qualcuno ‘na schioppettata gliela dà».

Accusato di fomentare la violenza, Michele Santoro, si difende affermando: “Non siamo noi a dire certe cose, noi ci siamo limitati a registrare. Comunque sia, quello spot è già superato. È stato sostituito da uno nuovo“.

Forse il promo era un po’ forte e, probabilmente, la selezione delle dichiarazioni del popolo è stata un po’ forzata, ma sicuramente i rabbiosi pensieri espressi non sono poi così distanti da quelli di tanta gente esasperata.

E su questo, invece di far polemica, si dovrebbe riflettere.

Francesca

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...