Santorum vs studenti: scivolone sui matrimoni gay

Matrimonio

Santorum vs studenti: scivolone sui matrimoni gay

Pessima mossa per Rick Santorum: l’ultrareligioso candidato alla nomination repubblicana per la Casa Bianca ha esposto con fermezza le sue controverse quanto discutibili tesi sul matrimonio omosessuale davanti a una platea di studenti universitari in New Hampshire. Immediata la reazione dei ragazzi: una pioggia di fischi ha travolto e disarmato l’oratore. Rispondendo alle domande del pubblico, Santorum ha improvvisato una vera e propria lezione sul matrimonio, arrivando al punto di paragonare le nozze gay alla poligamia: la reazione della maggior parte dei presenti era inevitabile. Un giovane ha sbottato: “Non crede che il principio di uguaglianza permetta anche alle persone dello stesso sesso di sposarsi?”. “Hanno anche loro diritto alla felicità” è stata la risposta di una ragazza, che con il suo intervento ha scatenato un botta e risposta durato oltre un’ora e mezza. Provocatorio il commento riassuntivo del candidato repubblicano, esageratamente cattolico e manifestamente contrario alle unioni gay: “Pensa che anche più di due persone dovrebbero avere diritto a sposarsi? Non si può essere felici se non si è uniti in matrimonio con almeno cinque persone?”, ha sentenziato, scatenando i (doverosi) fischi della platea. Probabilmente Santorum dovrà rivedere e ammorbidire le sue posizioni se vorrà trovare terreno fertile in un territorio come quello americano, che conta un numero strabiliante di atei.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...