Sanzioni obbligo pos commercianti COMMENTA  

Sanzioni obbligo pos commercianti COMMENTA  

Il pos è obbligatorio per i professionisti ed i commercianti, altrimenti si rischiano multe pesanti, per chi non si mette in regola. Il pos è quello strumento che permette ai clienti  di pagare tramite carta di credito o di bancomat, coloro i quali saranno trovati senza di esso, rischiano pesanti ammende che possono andare dai 500 ai 1500 euro. La legge aveva previsto, come già spiegato, l’obbligo di possesso del pos, sia per professionisti, che per i commercianti, ma in un primo momento non era stata enunciata alcuna penalità per i trasgressori. L’obbligo quindi era solo su carta, senza alcuna ripercussione nei confronti di chi ignorava la legge. Dopo 6 mesi, è stato presentato in senato un disegno di legge (il numero 1747) che introduce le opportune sanzioni:

1) Una multa di 500 per chi non ha il pos. L’ammenda può essere annullata dalla Guardia di Finanza, durante gli opportuni controlli. Una volta pagata l’ammenda, si hanno 30 giorni per adeguarsi e 60 giorni, per comunicare l’avvenuta installazione

2) Nel caso in cui l’adeguamento non ci sia stato, scatta una seconda ammenda, questa volta di 1000 euro. Il soggetto multato ha comunque 30 giorni di tempo per regolarsi.


3) In caso contrario scatta la pena massima: la sospensione della propria attività, fino all’adeguamento secondo il disegno di legge.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*