Sarkozy fuori onda accusa la Merkel e la sua politica di rigore

Economia

Sarkozy fuori onda accusa la Merkel e la sua politica di rigore

Nicolas Sarkozy
Nicolas Sarkozy

La politica rigorista della Germania e di Angela Merkel, comincia a provocare non poco malumore in Europa. Lo si deduce anche dalle parole pronunciate tra le quinte da Nicolas Sarkozy e riprese dal settimanale satirico Le Canard Enchainé. Secondo il quale il Presidente francese, anche lui scottato dal downgrading di Standard & Poor’s, avrebbe avuto parole dure verso il rigore di marca teutonica che sta affossando buona parte dell’Eurozona impedendo politiche di crescita e puntando solo ed esclusivamente su una scriteriata politica di tagli di bilancio che stanno affossando il potere di acquisto degli europei, con drammatiche ricadute sui consumi. In particolare, avrebbe detto che nell’attuale crisi dell’Ue “il problema è la governance europea. Paghiamo cara l’ortodossia tedesca”. Sarkozy avrebbe avuto parole di fuoco anche per Standard & Poor’s, i cui funzionari vengono definiti “istigatori della crisi”.
Ormai, le politiche cui si richiama la Germania stanno diventando un grande problema, in quanto rivolte esclusivamente al contenimento del bilancio.

Anche in Francia cominciano a rendersene conto. Seguendo questa ispirazione, i governi che avevano problemi sul fronte del bilancio hanno tagliato tutto quello che potevano e anche dove non avrebbero dovuto, senza dare alcun segnale sul fronte della crescita. Così facendo, però, hanno provocato una vera e propria crisi di rigetto, in quanto la crisi dei consumi, innescata dalla impossibilità di spendere ha portato alla ormai imminente recessione che, stando a quanto affermato dalla Banca mondiale nella giornata di ieri, sta per allargarsi anche alle economie in via di sviluppo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche