Scandalo Calcio Catania, sequestrati 110 mila euro in contante ad Impellizzeri

News

Scandalo Calcio Catania, sequestrati 110 mila euro in contante ad Impellizzeri

Il tribunale di Catania, su richiesta del Gip ha provveduto a sequestrare la cifra di 110 mila euro in contante, rinvenuta in seguito alle perquisizioni effettuate alla Digos di Catania nell’abitazione di Giovanni Luca Impellizzeri, coinvolto nell’inchiesta “i treni del gol” che ha riguardato i vertici del Catania Calcio, accusati di avere alterato i risultati degli ultimi incontri a beneficio della società etnea.

L’inchiesta portò all’arresto del presidente del Calcio Catania, Pulvirenti e dell’A.d. Pablo Cosentino, i quali hanno già rassegnato le dimissioni dall’incarico dirigenziale.

Nel corso della perquisizione effettuata presso l’abitazione di Impellizzeri furono sequestrate banconote da 500, 200, 100, 50 e 20 euro per un ammontare di 110 mila euro, che secondo la procura sarebbero frutto del ruolo di finanziatore del gruppo svolto dall’Impellizzeri nell’ambito delle combine dei risultati sportivi.

Impellizzeri, secondo la procura etnea, avrebbe avuto un ruolo nevralgico nel finanziamento ai dirigenti e ai calciatori coinvolti nell’alterazione dei risultati delle gare del Catania disputati nell’ultima parte del campionato di serie B dello scorso anno.

.

Leggi anche