Scandalo Fifa: Blatter non si dimette più COMMENTA  

Scandalo Fifa: Blatter non si dimette più COMMENTA  

Se sia o meno solo una questione di terminologia lo si capirà presto. Se rivedremo Sepp Blatter saldo al timone della Fifa, avremo capito.

“Non mi sono dimesso” ha dichiarato il potentissimo Sepp in un’intervista al quotidiano svizzero Blick “ho messo il mio mandato a disposizione di un congresso straordinario”.


Quindi, verrebbe da pensare, il vecchio pirata della politica del pallone deve aver pensato che, per togliersi dalla linea del fuoco (dove i colpi arrivavano niente meno che dall’Fbi), la cosa migliore fosse fare un passo indietro, anche se solo di facciata. Anzi, per dirla tutta, è lui stesso ad ammettere che le cose stanno proprio così: “era l’unico modo per allentare la pressione sulla Fifa, anche da parte degli sponsor, e a livello personale per togliermi dalla linea del fuoco”.


Ecco fatto: dimissioni ufficiali, ma, in pratica, nulle.

Sepp Blatter potrebbe tornare ancora più agguerrito di prima, allora, a combattere con Platini o chiunque altro voglia sfilargli il titolo di presidente dell’associazione calcistica mondiale. Pronto a ricandidarsi.


E, invece, non è neppure così, perché questo è ciò che sarebbe pronto a fare chiunque altro, ma non lui.

“Allora è pronto a ricandidarsi?” sembra gli sia stato chiesto.

L'articolo prosegue subito dopo


“Macché ricandidarmi” sembra essere stata la risposta “io sono il presidente eletto”.

Tanto per dire.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*