Scandalo Fifa: Blatter verso il ritiro delle dimissioni COMMENTA  

Scandalo Fifa: Blatter verso il ritiro delle dimissioni COMMENTA  

FIFA President Sepp Blatter addresses a news conference at the FIFA headquarters in Zurich, Switzerland, June 2, 2015. REUTERS/Ruben Sprich

Se confermata, la notizia potrebbe davvero essere clamorosa: Sepp Blatter starebbe pensando di ritirare le dimissioni annunciate poche settimane fa.

Secondo il giornale svizzero Schweiz am Sonntag, l’attuale presidente della Fifa avrebbe ricevuto messaggi di vicinanza da numerosissime (ma imprecisate) federazioni calcistiche africane e asiatiche, che lo invitano a rimanere al vertice dell’associazione mondiale. Blatter, che, peraltro, ha da poco rifiutato di dimettersi in anticipo secondo l’invito rivoltogli dal parlamento europeo, potrebbe convincersi di avere ancora un sostegno tale da consentirgli, nonostante tutto, di rimanere il numero uno della federazione mondiale del calcio.


Mentre lo scandalo Fifa si è allargato, in queste settimane, fino a coinvolgere, sembra, tutte le più recenti e le prossime due edizioni dei campionati mondiali di calcio, fra tangenti, corruzione, carichi di armi e minacce, l’ex potentissimo del pallone potrebbe tentare di sopravvivere.


Inutile dire che l’obiettivo di conservare la presidenza sarebbe molto difficile da perseguire, con Europa e America contro sia in termini di dirigenze calcistiche (federazioni nazionali e UEFA), sia in termini di opinione pubblica, e con l’Fbi alle costole, ma il voto di riconferma, a scandalo già esploso, torna, in questa circostanza, a far riflettere. Già allora, Blatter era rimasto al suo posto, pur in mezzo alla tempesta, perché era stato votato a larga maggioranza.


Pur essendo vero che le cose, oggi, sono davvero cambiate, è la dimensione stessa dell’inchiesta sulla Fifa a suggerire che, in questo caso specifico, non si sa mai quello che può succedere.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Scandalo Fifa: Blatter verso il ritiro delle dimissioni | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*