Scandalo Fifa, confermata la squalifica a Platini: ecco tutti gli scenari

Calcio

Scandalo Fifa, confermata la squalifica a Platini: ecco tutti gli scenari

Un altro capitolo si aggiunge alla ormai lunghissima vicenda dello scandalo che ha travolto la Fifa e, più in generale, i vertici mondiali del calcio.

Il Tribunale Arbitrale per lo Sport di Losanna ha confermato la squalifica che il Comitato Etico della Fifa aveva assegnato a Michel Platini. 90 giorni erano, 90 giorni rimangono e, da adesso in avanti, il futuro dell’organizzazione mondiale del pallone è quanto mai incerto. Ci contava, il francese, su questo ricorso al Tas, perché la procedura e i metodi seguiti dal Comitato Etico non erano stati, in effetti, molto convincenti (basti dire che Platini non ha avuto modo di dare la sua versione dei fatti), tanto da indurre qualcuno a reclamare per la violazione della presunzione di innocenza. Una settimana fa circa, poi, dalla Francia era arrivata la notizia del verbale dell’Uefa in cui si chiariva che la consulenza resa da Platini non era segreta, ma che il suo era un ruolo ufficiale e da tutti riconosciuto.

Niente da fare, hanno tuonato dalla Svizzera: la squalifica resta. Ora si ritornerà (il prossimo 18 dicembre) davanti al Comitato Etico della Fifa, a Zurigo, dove i giudici dovranno valutare le eventuali implicazioni penali dell’operato di Michel Platini e esprimersi sulla possibilità di una squalifica a vita. Poi rimarrà un ultimo ricorso al Tas da tentare, ma si tratterà di un’operazione per riabilitare il nome, più che rientrare in pista per l’elezione alla presidenza della Fifa. Di fatto, per quel ruolo, Platini è già stato estromesso, perché, comunque finisca la vicenda giudiziaria, non c’è più tempo per una ‘campagna elettorale’. Un’ulteriore implicazione riguarda la presidenza dell’Uefa, perché se, alla fine del prossimo mese di febbraio, Platini sarà ancora squalificato, o sarà stato squalificato a vita, o avrà deciso comunque di correre per la presidenza Fifa, la poltrona di numero uno del calcio europeo sarà scoperta e, quindi, saranno necessarie nuove elezioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...