Scandalo Fifa, si dimette il presidente della federcalcio tedesca COMMENTA  

Scandalo Fifa, si dimette il presidente della federcalcio tedesca COMMENTA  

Lo scandalo Fifa è tornato alla ribalta ieri nel mondo del calcio tedesco con le dimissioni del presidente della federazione nazionale Wolfgang Niersbach.

Da quest’estate a oggi, dalla retata di Zurigo, l’universo del pallone è stato travolto da rivelazioni una peggiore dell’altra, mostrando quanto poco sport ci sia dietro alle assegnazioni dei campionati del mondo e quanto invece quelle procedure siano ostaggio dei mercanteggi più oscuri. A portare Niersbach alle dimissioni è stata infatti la scoperta che, per ottenere di poter organizzare e ospitare i mondiali di calcio del 2006, la federcalcio tedesca ha elargito quasi sette milioni di euro al fine di ottenere i voti decisivi di alcuni delegati e esponenti della Fifa. Corruzione, in altri e ben più semplici e diretti termini. “Ho riconosciuto che fosse giunto il momento di assumermi la responsabilità politica” è stata la laconica dichiarazione resa da Wolfgang Niersbach al termine della riunione della federazione tenutasi ieri a Francoforte.


A portare alla luce i fatti legati all’assegnazione dei campionati del mondo di calcio del 2006 era stato tempo fa il settimanale tedesco Der Spiegel, che aveva pubblicato una lunga inchiesta in proposito, con tanto di indicazione dell’esatto importo versato per comprare i voti: 6.7 milioni di euro. A casa del 64 enne ormai ex presidente della federcalcio tedesca si era poi presentata negli ultimi giorni anche la finanza, in cerca di prove circa l’accusa di evasione fiscale. Lo stesso era accaduto presso le abitazioni di Theo Zwanziger (predecessore di Niersbach alla guida del calcio tedesco), di Horst Schmidt, ex segretario generale, e anche presso la sede generale della Dfb.


 

La Germania si aggiudicò l’assegnazione dei Mondiali di Calcio del 2006 (vinti poi dall’Italia) con un solo voto di vantaggio rispetto al Sud Africa, e già allora circolarono voci che insistevano nel voler evidenziare possibili brogli e pratiche illecite.

Ora, quelle che al tempo erano dicerie sono diventate realtà.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Scandalo Fifa, si dimette il presidente della federcalcio tedesca | Braincell

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*