Scandalo Fifa: tangenti per il mani di Henry COMMENTA  

Scandalo Fifa: tangenti per il mani di Henry COMMENTA  

Il gol decisivo segnato da Thierry Henry che valse alla Francia la vittoria sull’Irlanda dell’allora selezionatore Giovanni Trapattoni e la qualificazione ai campionati del mondo del 2010 è ricordato da tutti come una delle più clamorose sviste arbitrali della storia del calcio, visto che il francese segnò con un evidente fallo di mani.


Da oggi, però, quel gol ha anche un retroscena ambientato nella torbida vicenda dello scandalo Fifa. A parlare, a distanza di anni, è John Delaney, direttore esecutivo della federazione calcistica nazionale irlandese, che racconta di aver accettato, proprio per quel gol, una tangente di 5 milioni di euro per non presentare alcun ricorso. I soldi rappresentano la concretizzazione di un accordo confidenziale e, a pagare, fu la Fifa.


La posizione della federazione mondiale del calcio, già molto delicata, si appesantisce per le dichiarazioni di Delaney, mentre uno dei dirigenti arrestati, Jack Warner, ex vicepresidente della Fifa, ha dichiarato di essere in possesso di documenti compromettenti riguardanti Sepp Blatter in prima persona. Warner, sebbene tema per la propria vita, secondo le sue stesse parole, si è comunque detto pronto a collaborare e dire tutto ciò che sa.


Intanto, anche le autorità australiane hanno aperto un’indagine riguardo al pagamento di 500 mila dollari per il finanziamento di un centro sportivo a Trinidad e Tobago. Il sospetto è che la somma sia stata in realtà intascata proprio da Jack Warner nel periodo in cui si stabiliva l’assegnazione dell’edizione 2022 dei mondiali di calcio, destinati poi al Qatar.

L'articolo prosegue subito dopo


In Brasile, l’attuale presidente della federazione calcistica nazionale Marco Polo Del Nero è oggetto di pesanti critiche per la sua vicinanza a Jose Maria Marin, uno dei dirigenti Fifa arrestati. In un clima in cui sembra che tutti abbiano qualche sassolino da togliere dalle scarpe, è Ronaldo, l’ex attaccante ‘fenomeno’, a intervenire, chiedendo le dimissioni immediate di Del Nero.

Sia dalla Russia, sia dal Qatar, arrivano dichiarazioni ufficiali secondo le quali non ci sono timori di perdere le assegnazioni dei prossimi mondiali, ma la sensazione è che, arrivati a questo punto, possa succedere di tutto. Dipenderà da quanto forte sarà il successore di Blatter e che tipo di segnali deciderà di dare.

Intanto, dall’Inghilterra, tramite il segretario alla cultura John Whittingdale, arriva la disponibilità ad ospitare l’edizione 2022: un’auto candidatura ‘morbida’, ma pur sempre un’auto candidatura.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Scandalo Fifa: tangenti per il mani di Henry | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*