Scandalo UNAR: dimissioni del direttore Francesco Spano COMMENTA  

Scandalo UNAR: dimissioni del direttore Francesco Spano COMMENTA  

Le Iene, noto programma di Italia Uno, hanno sollevato un polverone sull‘Unar, l’ ufficio antidiscriminazioni razziali del dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio.

A seguito di una segnalazione, si è scoperto che molte delle associazioni finanziate con i soldi pubblici dedicati al ministero di competenza, non erano associazioni culturali e sociali bensì un camuffamento di circoli dove si praticava sesso a pagamento.


La vicenda

Convocato dal sottosegretario in carica Maria Elena Boschi, Francesco Spano ha dato ieri le sue dimissioni. Chiarezza era stata auspicata da molti  movimenti politici indignati tra qui Fratelli d’Italia e M5s, dopo che è stata resa nota la cifra che avrebbe dovuto essere erogata nel prossimo bando di assegnazione: 55mila euro assegnati ad un circolo di prostituzione omosessuale. Palazzo Chigi notifica quanto segue: “La Presidenza del Consiglio per quanto non si ravvisino violazioni della procedura prevista e d’accordo con il dottor Spano, disporrà la sospensione in autotutela del Bando di assegnazione oggetto dell’inchiesta giornalistica, per effettuare le ulteriori opportune verifiche.

I relativi fondi, comunque, non sono stati ancora erogati”.

Sono previste delle interrogazioni  parlamentari da parte dei movimenti di opposizione al governo per approfondire la faccenda, data la troppa facilità di uso e assegnazione di soldi pubblici.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*