Scarcerato il tifoso genoano, aggredito dai poliziotti COMMENTA  

Scarcerato il tifoso genoano, aggredito dai poliziotti COMMENTA  

E’ stato scarcerato ieri, nonostante si trovi ancora ricoverato all’ospedale Policlinico di Milano,  il tifoso genoano finito in coma, dopo esser stato malmenato dalla Polizia di Genova. Il giudice delle indagini di Milano non ha convalidato il suo arresto, dato che i verbali dei poliziotti che lo hanno aggredito, non risultano credibili; infatti,  affermano che Moro, anche dopo essersi spaccato la testa contro un termosifone, avrebbe continuto ad oppore resistenza. I dottori che hanno visitato l’uomo affermano di averlo trovato già ammanettato e privo di conoscenza.


«Sono una vittima, la polizia mi ha provocato, io mi sono solo difeso e quando ho tentato di scappare dall’ufficio perché temevo di essere picchiato, mi hanno fatto cadere con uno sgambetto. Da quel momento non ricordo più nulla», afferma il tifoso, che a giorni potrebbe diventare la “parte lesa”. Infatti, in seguito alle dichiarazioni di Massimo Moro, l’avvocato deciderà se sarà possibile sporgere denuncia nei confronti dei poliziotti che lo hanno aggredito.


 

Leggi anche

Robofriend
Genova

I robot del Salone Orientamenti

Si è svolta la settimana scorsa il Salone Orientamenti, la più importante iniziativa a livello regionale riguardo le opportunità formative e lavorative sul territorio, organizzato dalla Regione in collaborazione l'Università di Genova, la Camera di Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*