Scarlattina: sintomi negli adulti COMMENTA  

Scarlattina: sintomi negli adulti COMMENTA  

Scarlattina: sintomi negli adulti
Scarlattina: sintomi negli adulti

Scarlattina: sintomi negli adulti. Sintomi, cause, rimedi e durata di una malattia molto comune sia negli adulti sia nei bambini.

Scarlattina: sintomi negli adulti. La scarlattina è causata da un batterio streptococco tipo A. Tale batterio produce una tossina responsabile del colore scarlatto dell’eruzione cutanea che ne consegue. Proprio il colore scarlatto dà il nome alla malattia. L’eruzione cutanea può avvenire sulla pelle o colpire la gola del paziente.


Generalmente sono i bambini ad essere maggiormente colpiti da questa malattia esantematica. I più soggetti sono quelli dai 5 ai 15 anni. La scarlattina può però essere contratta anche in età adulta. Di solito si tratta di una malattia che viene una volta sola nella vita. Essa differisce da rosolia, varicella, morbillo ecc. poiché è provocata da un batterio.


Tra i sintomi della scarlattina vi sono mal di gola, febbre, eruzione cutanea color scarlatto. E ancora pelle arrossata sotto le ascelle, gomiti, pieghe inguinali. La lingua assume un colore biancastro, mal di testa, dolori muscolari, nausea, vomito, ghiandole gonfie, dolori addominali.


È bene sapere, tuttavia, che non tutti i batteri streptococchi provocano la scarlattina. Negli adulti, la possibilità di ammalarsi è rara, ma non impossibile. Se contratta in età adulta, la malattia può avere sintomi molto più fastidiosi e pericolosi rispetto a quelli dei bambini.

L'articolo prosegue subito dopo


Non a caso, anche varicella, morbillo e orecchioni, se contratti dagli adulti possono provocare maggiori disturbi. Un adulto con scarlattina potrebbe avere faringite forte, complicazioni gravi. Ad esempio, una setticemia oppure osteomielite, malattie reumatiche, encefalite.

Per curare la scarlattina è necessaria una terapia antibiotica come del resto nei bambini. L’antibiotico evita il rischio di intercorrere in complicazioni gravi. L’unica variante negli adulti potrebbe essere il dosaggio dei farmaci. Negli adulti sarà sicuramente molto più forte data la maggiore pericolosità della malattia.

È importante saper riconoscere i sintomi della scarlattina e una volta individuati agire con gli antibiotici. Dopo 48 ore dall’aver assunto i farmaci, non vi è più rischio di contagio. Per riconoscere la scarlattina è necessario sottoporsi a un tampone.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*