Scienza contro Religione: Capire le differenze

Guide

Scienza contro Religione: Capire le differenze

Recentemente, un amico mi ha chiesto se credevo che la teoria del Big Bang fosse una rappresentazione abbastanza precisa di come l’universo si fosse formato. Ho detto “Certo, è praticamente stato matematicamente provato.” Lui si è sorpreso perché sono un cristiano e – come la maggior parte delle persone che sono state educate secondo i canoni dell’istruzione pubblica – è stato cresciuto con la convinzione che se sei un cristiano, allora non ti è permesso credere in qualcosa di scientifico. Beh, per la cronaca, credo anche nella forza di gravità.

Questo scisma tra scienza e religione è uno dei più grandi successi di Satana, determinando la separazione tra Chiesa e Stato Mito.

Non sono stato iniziato al cristianesimo. I miei genitori non sono cristiani. Sono stato educato in un sistema scolastico che annulla il libero pensiero e insegna che Dio non esiste. Sono diventato cristiano quando avevo 28 anni. A questo punto, mi domando quale sconvolgente evento mi abbia fatto diventare cristiano? L’essere stato sul punto di morire? L’acqua della cisterna che si è trasformata in sangue?

No.

Einstein ha dimostrato matematicamente che Dio esiste, ma questo non potrà mai ascoltarlo a scuola.

Einstein è stato un cristiano salvato dalla grazia di Dio? No. Ma ha determinato matematicamente che l’universo non avrebbe probabilmente potuto formarsi per caso in un periodo di tempo limitato.

Instintivamente intuì che la teoria dell’ universo casuale e caotico in cui poteva svilupparsi la vita, richiedeva una sola cosa per poter funzionare : l’infinito. Poi, purtroppo, dopo aver elaborato la sua teoria della relatività, scoprì per caso che l’universo ha un inizio: sarebbe inziato circa 15 miliardi di anni fa.

Il suo primo pensiero fu quello di mistificare l’equazione basata sulla formula di un “modello di universo statico” con l’aggiunta di una “costante cosmologica”, che in sostanza era una quantità supplementare indefinibile (sotto forma di una lettera greca) da entrambi i lati dell’equazione, al fine di rendere l’universo infinitamente vecchio, una teoria che gli cosentì così di continuare ad essere ateo.

Disse che quello era stato uno dei peggiori errori della sua vita.

Più tardi, Edwin Hubble confermò che l’universo era in espansione e che aveva avuto un inizio ad un certo punto nel passato. Quindi, possiamo dire che Einstein diventò un deista – un credente in un Dio creatore impersonale.

Io credo nella teoria del Big Bang. Perché? Perché quasi ogni astronomo crede che sia vero. Credo anche che l’Universo sia stato creato da Dio. Perché? Perché la teoria del Big Bang è nelle prime due parole della Bibbia, “In principio”. Secondo la Genesi 1:1, l’intero universo è cominciato, nuovo di zecca, in un tempo finito.

Nel decennio del ventesimo secolo, gli astronomi ei fisici hanno stabilito che tutta la materia e l’energia dell’universo, e tutte le dimensioni spazio-temporali entro cui sono distribuiti la materia e l’energia, hanno avuto un inizio in un tempo finito. Quindi il buddismo e l’induismo sono religioni scientificamente inesatte, in quanto le loro dottrine insegnano che la realtà è infinita.

La Genesi 1:1 – 01:11 va di pari passo con tutto ciò che sappiamo riguardo a come la Terra si sia formata.

Dio creò l’acqua e i micro-organismi, la terraferma, la vegetazione, quindi l’atmosfera che passa da opaca a trasparente, poi la vita acquatica, gli uccelli, i mammiferi e infine l’uomo.

Tutto questo non è altro che un’accurata descrizione dei reperti fossili e tutto ciò che gli scienziati hanno scoperto in merito allo sviluppo della vita sulla Terra.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*