Scienza e storia in provincia di Imperia COMMENTA  

Scienza e storia in provincia di Imperia COMMENTA  

Capita poche volte che alcuni scienziati, in virtù dell’attualità delle loro scoperte, siano citati nella letteratura scientifica a distanza di oltre 300 anni. Uno di questi è Gian Domenico Cassini matematico e astronomo nato nel 1625 a Perinaldo in provincia di Imperia, professore di astronomia all’Università di Bologna e direttore dell’Osservatorio di Parigi.

Cassini scoprì quattro satelliti di Saturno (Giapeto, Rea, Dione e Teti) e comprese la divisione in anelli dello stesso pianeta nota come Divisione Cassini; misurò la rotazione di Giove e ne individuò la Grande Macchia Rossa; elaborò la prima teoria moderna dei moti lunari e misurò la rotazione di Marte sbagliando di soli tre minuti!
Fu anche ingegnere e la grande meridiana della basilica di San Petronio a Bologna è opera sua: si tratta della più lunga linea meridiana al mondo ( 66,8 m) corrispondenti alla seicentomillesima parte della circonferenza terrestre.

Venerdì 14 e sabato 15 settembre, in occasione della commemorazione del terzo centenario dalla morte di Cassini, il Comune di Perinaldo organizza, il 14, una giornata di conferenze scientifiche dalle 16:30 alle 19:30 circa, mentre l’intero sabato 15 è dedicato alla scoperta di Perinaldo. La sera di entrambi i giorni, poi, non poteva mancare l’osservazione notturna del cielo.

La partecipazione è libera e il programma scaricabile dal sito: www.astroperinaldo.it

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*