Scomparsa Bozzoli, ritrovato domenica il cadavere del testimone Ghirardini

Cronaca

Scomparsa Bozzoli, ritrovato domenica il cadavere del testimone Ghirardini

Dalla mattinata di lunedi è in corso un sopralluogo da parte dei militari del Ris dei carabinieri che insieme all’anatomopatologa Cristina Cattaneo stanno passando al setaccio la fabbrica di Marcheno (Brescia) dalla quale è scomparso, l’8 ottobre scorso, l’imprenditore Mario Bozzoli.

Bozzoli, secondo le testimonianze raccolte dagli inquirenti, era stato visto in compagnia di Giuseppe Ghirardini, che domenica è stato trovato privo di vita in Valle Camonica.

Era stata Patrizia Scalvi, l’avvocato della famiglia di Mario Bozzoli a lanciare un appello che aveva tutti i crismi di un monito verso ignoti “Chi ha visto o sentito qualcosa lo dica!“. Mentre era stato proprio l’operaio addetto ai forni, Giuseppe Ghirardini, 50 anni, a vedere per l’ultima volta Bozzoli, ma adesso non potrà più testimoniare. Il suo cadavere è stato trovato a oltre cento chilometri dalla sua abitazione di Marcheno, da dove si era allontanato mercoledì, raccontando di essere impegnato per una battuta di caccia che in realtà non è mai avvenuta.

L’uomo è stato ritrovato accanto a un torrente nei pressi di Case di Viso, a circa 1600 metri di altezza, in zona Ponte di Legno.

Proprio mercoledi mattina, Ghirardini, avrebbe dovuto presentarsi ai carabinieri di Gardone Valtrompia per arricchire di nuovi particolare la prima deposizione, in cui aveva raccontato come con altri due colleghi avesse visto Bozzoli per l’ultima volta. Ghirardini, al momento del ritrovamento, era vestito, con gli stivali ai piedi. Secondo le prime indiscrezioni Ghirardini sarebbe deceduto per cause naturali o per un malore non essendo state ritrovate sul corpo tracce di violenza. Sarà l’autopsia a chiarire le cause del decesso dell’uomo, avvenuta comunque in circostanze alquanto misteriose.

Occorrerà adesso chiarire se la scomparsa di Bozzoli ha dei legami con la morte di Ghirardini o se le due vicende sono autonome e prive di connessioni. Gli inquirenti sono sempre più convinti che la verità sulla scomparsa di Bozzoli potrà essere trovata solo all’interno della fabbrica.

Leggi anche