Scoperti in Italia, nel corso del 2011, oltre 7.500 evasori totali COMMENTA  

Scoperti in Italia, nel corso del 2011, oltre 7.500 evasori totali COMMENTA  

Una pattuglia della Guardia di Finanza
Una pattuglia della Guardia di Finanza

Magari molti di loro, quando usufruiscono dei servizi pubblici, avranno anche la faccia tosta di dire che sono inadeguati. Ci riferiamo agli oltre 7.500 evasori totali, cioè completamente sconosciuti al fisco, scoperti dalla Guardia di Finanza nel corso del 2011.

Nel mazzo, vanno messi imprese e lavoratori autonomi che avevano occultato allo Stato redditi per oltre 21 miliardi di euro. Inoltre, proprio per non farsi mancare nulla, ci sono cinquanta miliardi di redditi non dichiarati al fisco e 8 miliardi di IVA evasa.

Sono questi i risultati ufficiali dell’attività di contrasto all’evasione fiscale che la Guardia di Finanza ha condotto nel 2011. Complessivamente le Fiamme Gialle hanno denunciato 12mila persone nel corso delle indagini su frodi e reati fiscali. Oltre 902 milioni di euro sono stati sequestrati immediatamente ai responsabili dei reati fiscali, mentre sul fronte dell’evasione fiscale internazionale, i redditi non dichiarati scoperti dalle Fiamme Gialle ammontano a circa 11 miliardi di euro.

Ma tanto uno scudo fiscale, almeno finché c’era il precedente governo, non si negava a nessuno. A finire sotto la lente della Guardia di Finanza sono stati principalmente i trasferimenti di comodo delle residenze di persone e società nei paradisi fiscali e lo spostamento all’estero di capitali per non pagare le tasse in Italia.

L'articolo prosegue subito dopo

Del resto, come dare torto a queste persone se poi il potere politico fa di tutto per agevolarli? Peccato per loro, che magari non trovino poi servizi adeguati, con conseguenti anatemi verso il pubblico che non funziona e le mezze stagioni che non esistono più.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*