Scoppia la bolla cinese: è il 1929 di Shanghai COMMENTA  

Scoppia la bolla cinese: è il 1929 di Shanghai COMMENTA  

Il mercato azionario di ieri ha dato il via ufficiale al fenomeno di cui si parlava da qualche giorno e che si temeva da mesi, lo scoppio della bolla cinese.

Leggi anche: ZTL Palermo: pass, permessi, targhe alterne, strade interessate


Proprio nel momento in cui l’Europa e, in generale, il mondo occidentale, rimangono concentrati sulla vicenda di Atene, il timore di una nuova crisi globale di dimensioni paragonabili a quella del 2007 arriva dall’estremo Oriente. La borsa di Shanghai, che, nel giro di un anno, a partire dal giugno scorso, ha avuto una incontrollata e ingiustificata (se non dal punto di vista finanziario puro) crescita del 150%, ieri ha aperto in perdita dell’8% e chiuso con quasi il 6%, toccando il minimo degli ultimi 4 mesi: i ribassi in vendita sono stati tali da far sospendere le quotazioni di quasi il 50% delle società a listino.

Leggi anche: Ztl a Palermo, da Ottobre: quali le aree interessate


Ieri, il Daily Telegraph, a proposito dei fatti di Shanghai, ha parlato di una “crisi finanziaria potenzialmente molto significativa” che “si sta sviluppando dall’altra parte del Mondo. Quella che alcuni stanno iniziando a chiamare il 1929 cinese”, ammonendo in particolar modo l’Europa a non tenere gli occhi puntati sulla sola Grecia, perché la bolla cinese potrebbe essere molto più pericolosa.


Per ora le borse europee stanno tenendo abbastanza bene, mentre già si accusano cali dell’ordine dell’1.5% negli USA e superiori al 3% a Tokyo.

L'articolo prosegue subito dopo

Per quanto paradossale possa sembrare, sembra che l’attenzione riservata alla Grecia stia, per il momento, salvando le piazze del vecchio continente, ma il terremoto potrebbe arrivare da un momento all’altro.

Leggi anche

Ragazzo di 16 anni scomparso: ritrovato decapitato
Esteri

Ragazzo di 16 anni scomparso: ritrovato decapitato

Scompare a 16 anni e viene ritrovato sulla sponda di un fiume decapitato. Arrestato un suo compagno di scuola.   Quando è uscita di casa non si sarebbe mai aspettata di trovarsi di fronte una scena da vero film horror sulle sponde del fiume Merrimack, nei pressi di Lawrence, in Massachusetts. Stava passeggiando con il suo cane quando ha visto quel corpo smembrato e abbandonato tra le sterpaglie: il macabro resto di un omicidio di un adolescente per il quale adesso gli investigatori hanno arrestato un compagno di scuola che dovrà rispondere davanti ai giudici di omicidio di primo grado. Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*