SCOPRIR, IV mostra di cinema iberoamericano a Roma COMMENTA  

SCOPRIR, IV mostra di cinema iberoamericano a Roma COMMENTA  

"SCOPRIR", AL VIA LA IV MOSTRA DI CINEMA IBEROAMERICANO A ROMA
"SCOPRIR", AL VIA LA IV MOSTRA DI CINEMA IBEROAMERICANO A ROMA

Dall’8 all’11 ottobre alla Casa del Cinema di Villa Borghese.

“Scoprir” si aprirà con Manzano azul del regista venezuelano Olegario Barrera.

Le culture filmiche ispaniche e latinoamericane sbarcano nella Capitale. Giovedì 8 ottobre alla Casa del Cinema di Villa Borghese (Largo Marcello Mastroianni, 1) prenderà il via la quarta edizione di “Scoprir”, mostra del cinema iberoamericano di Roma curata da Gianfranco Zicarelli e José Cantos e organizzata dall’Istituto Cervantes in collaborazione con la FUIS (Federazione unitaria italiana di scrittori) ed il sostegno delle ambasciate in Italia di Cile, Colombia, Guatemala, Messico, Nicaragua, Perù, Portogallo e Venezuela.


Fino all’11 ottobre verranno presentati in anteprima per l’Italia 10 film in lingua originale, tutti sottotitolati in italiano e ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Per rendere omaggio al Venezuela, -Paese vincitore quest’anno del Leone d’Oro a Venezia con Desde allá, di Lorenzo Vigas-, “Scoprir” si aprirà con la proiezione di Manzano azul, di Olegario Barrera (ore 20). A seguire il film messicano Implacable del regista e sceneggiatore Carlos García Campillo (ore 22).

Due saranno le proiezioni in programma venerdì 9: Carne de perro del cileno Fernando Guzzoni  -vincitore del premio Nuevos Directores al Festival di San Sebastián- (ore 20) e Bobó della regista portoghese Inês Oliveira (ore 22). E sabato 10 toccherà al Nicaragua con Miskitus, il docufilm della regista Rebeca Arcia vincitore nel 2013 del DocTV Latinoaméricain, al Perù con Viejos amigos di William Vega (ore 20) e al Guatemala con Pol dell’attore Rodolfo Espinosa, per la prima volta dietro la macchina da presa (ore 22).

Domenica 11 l’ultima giornata di “Scoprir” si aprirà con la pellicola italo-argentina La guerra del maiale, opera prima di David Maria Putortì tratta dal famoso romanzo “Diario de la guerra del cerdo” di Adolfo Bioy Casares. Alle 20 toccherà alla Colombia con La Sirga del regista, sceneggiatore e giornalista William Vega. A chiudere la quarta edizione della rassegna sarà il film spagnolo più applaudito dell’anno, Magical Girl di Carlos  Vermunt, vincitore della Concha de Oro al Festival di San Sebastián.


Gli organizzatori hanno voluto sottolineare che Scoprir unisce sotto uno stesso tetto l’eterogeneo e articolato universo della cinematografia iberoamericana più recente. Come in un caleidoscopio, i diversi modi di concepire la realtà che ci circonda, attraverso il cinema, si combinano in un risultato armonico, sintomo di una sempre maggiore originalità, creatività e vitalità”. Quattro giorni per “scoprir(e)” una delle cinematografie più dinamiche ed coraggiose al mondo in una rassegna culturale che, nel giro di soltanto quattro anni, si è inserita fra le più apprezzate dell’ottobre capitolino.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*