Scuola, domani sciopero nazionale COMMENTA  

Scuola, domani sciopero nazionale COMMENTA  

Si svolgerà domani, 5 maggio, lo sciopero generale nazionale della scuola. La fermata è stata proclamata in maniera unitaria dai principali sindacati del comparto (Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda) ed è stata indetta contro la riforma della scuola messa a punto dalla  ministra Giannini e varata dal governo Renzi, ora all’esame della Commissione Cultura della Camera dei Deputati.

Lo sciopero di domani sarò scandito da manifestazioni organizzate in 7 città: Roma, Bari, Cagliari, Catania, Milano, Palermo e Aosta. Scenderanno quindi in piazza insegnanti, personale non docente (i cosiddetti ATA) e studenti, tutti decisi a chiedere all’esecutivo modifiche al provvedimento, in particolare per quanto riguarda la stabilizzazione degli insegnanti precari, compresi quelli con 36 mesi di servizio che non sono nelle Graduatorie a esaurimento; il rinnovo del contratto nazionale; una rilevante modifica dei poteri assegnati al dirigente scolastico.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*