Scuola: sindacati capitolano COMMENTA  

Scuola: sindacati capitolano COMMENTA  

Domani sarà una giornata particolarmente “calda” a Roma, per via delle manifestazioni studentesche che interesseranno le vie principali della città. Se da una parte i giovani appaiono quanto mai determinati, dall’altra tutte le  sigle sindacali, fatta eccezione per Flc-Cgil e Cobas hanno preferito prendere opportune distanze ed annullare la manifestazione “stanziale” a Piazza del Popolo.


La scelta è giunta dopo l’incontro di ieri in governo con Profumo, Grilli , Patron Griffi e Catricalà i quali hanno concesso ai docenti di poter recuperare gli scatti d’anzianità e riattivare le trattative sul ccnl 2014.


I maligni vedono tuttavia in questa frattura, la volontà deliberata di mettere i sindacati gli uno contro gli altri, della serie “dividi e impera”, allo scopo proprio di isolare il movimento studentesco, in quanto altamente dissidente e probabile portatore di disordini di varia natura.


Del resto proprio ieri i giovani davanti al Palazzo di Giustizia avevano gridato “saremo imprevedibili”, lasciando presagire nubi dense all’orizzonte.

Certo che la sconfessione  dei sindacati sembra quasi confermare l’opinione,piuttosto diffusa, che in realtà essi siano uno strumento corporativo scarsamente interessato alle battaglie sociali , dietro il cui vessillo  si cela puramente a scopo propagandistico.

L'articolo prosegue subito dopo


A mantenere la linea dura restano dunque poche sigle, tra cui FLC- Cgil: il segretario Domenico Pantaleo ha spiegato, cifre alla mano, il tranello che ingannato gli altri sindacati riguardo all’accordo sugli scatti d’anzianità” Non è una soluzione, ma il gioco delle tre carte. Il ripristino degli scatti d’anzianità per l’anno 2011 ha bisogno di una copertura finanziaria di 480 milioni di euro, ma il Mef a fronte dei tagli epocali,(8 miliardi in tre anni), ha certificato una miseria di risparmi: 86 milioni. E’ necessario quindi tagliare di un terzo, pari a 384 milioni di euro il fondo di scuola per pagare gli scatti”.

Morale: alcuni sindacati hanno annullato lo sciopero  perche a credono di pagare tali arretrati prendendo i soldi dai fondi d’istituto con i quali si finanziano le normali attività scolastiche!

Domani si scenderà in campo e saranno in pochi a battersi per la causa, mentre la Cancellieri dispone arresti “differiti”, cioè anche a distanza di giorni, per coloro che arrecheranno danni durante il corteo

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*