Se il rifiuto diventa un’opera d’arte COMMENTA  

Se il rifiuto diventa un’opera d’arte COMMENTA  

Si tratta di un festival dedicato all’arte sociale con la visione di una nuova possibilità di occupazione per i giovani in una nuova economia ecologica e sostenibile.

E’ organizzato a Pesaro dal 25 febbraio al 7 marzo. Cosa aspettarsi? L’elenco è lungo: mostra di fotografie, pitture, sculture, oggetti d’uso, concerti, laboratori, teatro, performance, poesia, convegni, conversazioni.

Tutte iniziative centrate sul tema del matrimonio fra riciclo, arte ed economia. In tal modo la raccolta differenziata non diventa fine a se stessa. I vantaggi? Sono almeno due, secondo Tarcisio Porto, l’assessore all’Ambiente della Provincia di Pesaro e Urbino.

“Risparmio dei costi del ciclo dei rifiuti – spiega – e opportunità di sviluppo economico con creazione di nuovi posti di lavoro”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*