SE NON ORA QUANDO: LE DONNE POSSONO CAMBIARE LA CALABRIA

Donna

SE NON ORA QUANDO: LE DONNE POSSONO CAMBIARE LA CALABRIA

Riparte dalla Calabria la battaglia per la legalità e il cambiamento di “Se Non Ora Quando”, il movimento che il 13 febbraio 2011 ha portato in piazza un milione di persone per chiedere dignita’ e rispetto per le donne italiane.

In Calabria, e in una zona particolarmente difficile come la Locride, il 23 giugno prossimo ci sara’ un incontro nazionale promosso da SNOQ: “La Calabria e’ delle donne” sarà dedicato ai temi dell’istruzione, del lavoro e della rappresentanza.

La manifestazione e’ stata presentata oggi presso la Provincia di Roma da Anna Carabetta, Cristina Comencini e Francesca Izzo di Snoq e da Giuseppe Varacalli, sindaco di Gerace, il paese che ospitera’ l’evento. “A Gerace parleremo di legalita’ – ha detto Anna Carabetta di Se Non Ora Quando, organizzatrice dell’evento – non vogliamo che in quelle aree vinca la cultura dell’omerta’ e della paura”.

La conferenza stampa è stata aperta da uno spot realizzato dalla regista Carlotta Cerquetti in cui si ricordava che la Calabria è una regione dove lavora meno di una donna su quattro, anche se le laureate sono quasi il doppio degli uomini, e le imprese femminili sono il 26%, piu’ che al Nord dove non superano il 21%.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche