Seconda Divisione girone A, il punto: il brusco risveglio del Casale

Calcio

Seconda Divisione girone A, il punto: il brusco risveglio del Casale

In attesa del primo turno infrasettimanale del 2012 del girone B, analizziamo quanto è successo nell’ultima giornata del raggruppamento settentrionale, partendo inevitabilmente dal gran dery di Piemonte. Alessandria e Casale avrebbero dovuto essere le dominatrici del girone, ed invece oltre la boa di metà campionato si sono ritrovate avvolte da mille dubbi: il pareggio alla fine ha fatto solo il gioco del Rimini, certificando il nuovo calo dei grigi dopo l’illusione di gennaio (la zona playoff dista otto punti) e permettendo ai nerostellati un effimero aggancio al Rimini, che ha due partite da recuperare, una in più rispetto a Taddei e compagni. Ma d’altronde non era facile concentrarsi sul campo dopo quanto successo in settimana, ovvero la denuncia del presidente riguardo al caso-stipendi: il nuovo Casale era nato in estate con mille ambizioni ma evidentemente si è provato a vivere in un’altra dimensione.

Ora il rischio è di risvegliarsi bruscamente anche se gli, seppur appena in tempo, tutto è stato pagato e, almeno per il momento, lo spauracchio-penalizzazione è scongiurato.

Così, con la neve che ferma tre delle prime quattro, l’unica a sorridere tra le grandi è stato il Cuneo: la squadra di Rossi fa il suo dovere a Lecco (contro l’avversario che però due settimane fa aveva bloccato il Casale…) e, con due gare in meno, si è portata a tre punti dal primo posto. Come dire che per la promozione diretta è tornata ad essere una corsa a cinque. Su cosa poteva essere e non è stato riflettono anche a Busto Arsizio dove la Pro Patria continua a volare: show anche a Borgo a Buggiano, eppure quarantuno punti effettivi non bastano ancora per allontanarsi dalla zona playoff. Colpa di una gestione allegra come quella della passata presidenza. E come quella che potrebbe spezzare il sogno del Casale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...