Sedicenne minaccia di suicidarsi, cecchino della polizia lo uccide

Esteri

Sedicenne minaccia di suicidarsi, cecchino della polizia lo uccide

20121029-093839.jpg

Cherokee County (Atlanta) – Ennesimo episodio di ‘grilletto facile’ della polizia statunitense. Andrew Messina, 16 anni, si era chiuso in camera minacciando di uccidersi con la pistola del padre. La madre del giovane ha chiamato la polizia che non ha perso tempo e ha inviato sul posto una squadra della Swat. Per intenderci, quel reparto speciale che interviene per liberare gli ostaggi. Il ragazzo ha rotto un vetro della sua camera. Un dei cecchini appostati ha mirsto alla testa del ragazzo e lo ha ucciso. I fatti risalgono allo scorso maggio. Ora i genitori chiedono giustizia per l’omicidio del ragazzo. Gli amici sono mobilitati con una petizione per chiedere che cambino le procedure della polizia in casi del genere. Potete firmarla qui https://www.change.org/petitions/justice-for-andrew-messina-policy-procedure-change-to-protect-juveniles-from-deadly-force-by-law-enforcement

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche