Segni e sintomi della disidratazione cerebrale

Guide

Segni e sintomi della disidratazione cerebrale

La disidratazione cerebrale è una condizione grave. Quando il cervello sperimenta gli effetti della disidratazione, il resto del corpo sta soffrendo. La disidratazione si manifesta quando non si assumono abbastanza liquidi, come l’acqua. Questo porta ad un improprio volume d’acqua nel corpo, causando uno sbilanciamento di minerali nelle cellule del circolo ematico. Lo squilibrio minerale interferisce con la normale funzione delle cellule cerebrali e, se non trattato con le adeguate cure, può sfociare in un danno permanente al cervello o può portare alla morte.

Funzione delle cellule cerebrali

Le cellule cerebrali richiedono un adeguato apporto di acqua e minerali in ognuna delle cellule. Se è presente troppa acqua, la membrana delle cellule può rompersi, ma se non ce n’è abbastanza, la cellula avvizzisce. Quando è presente una disidratazione cerebrale, c’è meno acqua a disposizione delle cellule del cervello. Questo diminuisce l’efficienza del trasporto di minerali e di altri materiali tra le cellule, incidendo sulla loro funzionalità. In ultimo, la disidratazione del cervello cambia le strutture delle cellule cerebrali, portando al loro deterioramento.

Sintomi della disidratazione

Segni di disidratazione vengono notati dopo i segnali di disidratazione cerebrale. Se i sintomi di disidratazione vengono individuati dopo la disidratazione cerebrale, non si sperimentano effetti negativi sul cervello. I sintomi comuni di disidratazione cerebrale includono bocca asciutta o appiccicosa, poco o nessun rilascio di urina, nessuna lacrimazione, occhi infossati nelle orbite, letargia e, nei casi più gravi, coma. Un segnale fisico di disidratazione può indicare che questa sta iniziando a colpire il cervello: si troverà un punto molle sulla parte superiore della testa, come quella dei neonati. Questa condizione è nota come fontanella infossata.

Effetti mentali

Quando la disidratazione colpisce il cervello, le abilità mentali vengono colpite in maniera considerevole. Oltre ai sintomi di letargia fisica, si manifesta anche stanchezza mentale. Inoltre, una disidratazione non curata adeguatamente può portare alla morte.

Suggerimenti

L’apporto giornaliero d’acqua raccomandato è di otto bicchieri. Durante il giorno portare con sé una bottiglia d’acqua riciclabile o riutilizzabile per prevenire il verificarsi di una disidratazione. Oltre all’acqua, bere liquidi con elettroliti può aiutare molto se si sta affrontando un episodio di disidratazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...