Segreti e curiosità dei soggiorni in hotel - Notizie.it

Segreti e curiosità dei soggiorni in hotel

Style

Segreti e curiosità dei soggiorni in hotel

Quando soggiorniamo in un albergo percepiamo spesso (salvo eccezioni) la sensazione che sia tutto impeccabile e perfetto. In realtà ci sono segreti e curiosità che i clienti di un hotel non sempre conoscono: ad alcuni interrogativi ha cercato di dare una risposta Jacob Tomsky, esperto receptionist di alberghi, che ha scritto sull’argomento il libro “Heads in bed”.

Come si fa a rubare in albergo senza essere scoperti?

Secondo Tomsky gli accappatoi e gli asciugamani sono le cose più semplici da sottrarre durante un soggiorno in hotel. Una volta messo l’asciugamano in valigia si può sempre dire che mancava in stanza. D’altronde nessun albergatore si permette di guardare nelle cose personali dei clienti;

Quali sono gli oggetti che vengono sottratti più spesso negli hotel?

Purtroppo i clienti degli hotel sono abituati a fare un vero e proprio saccheggio quando soggiornano portandosi a casa di tutto: asciugamani e prodotti per il bagno sono gli oggetti più sottratti.

Alcuni però esagerano davvero, rubando anche argenteria, telecomando della tv ed oggetti di arredamento;

Quanto tempo ci vuole per pulire una camera?

Naturalmente il tempo impiegato a pulire una camera d’albergo dipende dalla grandezza e da come è stata lasciata dal cliente. Alcuni oggetti però non vengono mai né spolverati né tantomeno puliti. Secondo Tomsky gli oggetti più sporchi in hotel sono il frigo bar e il telecomando;

C’è un modo per non pagare il mini bar?

Nel libro di Jacob Tomsky viene spiegato anche come non pagare il servizio mini bar (che in genere è piuttosto costoso): semplicemente basta dimenticare di aver bevuto e mangiato. Alla maggior parte degli hotel interessa sapere che la vostra esperienza collettiva è stata piacevole che quello che avete consumato nel frigo bar;

Il personale che lavora in hotel si porta gli oggetti a casa?

Secondo l’esperienza di Tomsky anche chi lavora negli alberghi spesso ne approfitta per portarsi a casa il lucido per le scarpe o la fornitura di pantofole, ad esempio;

Quanto spende un hotel per comprare i prodotti da bagno?

La spesa dipende dalle dimensioni della struttura e dalla tipologia di prodotti utilizzati.

In genere Tomsky ha rilevato una maggiore spesa in inverno che nei mesi estivi, poiché i clienti in estate utilizzano più carta igienica e fanno docce e bagni più lunghi;

Dove va a finire la carta igienica utilizzata per metà?

Questo dipende dagli alberghi. In alcuni il rotolo mezzo finito viene lasciato con un altro pieno dietro (in modo da evitare gli sprechi), in altri invece la carta igienica rimasta viene messa nella toilette dei dipendenti oppure impiegata nelle pulizie;

E’ consentito al personale di un hotel di aprire le cassette di sicurezza?

Tomsky ci tiene a rassicurare tutti i viaggiatori su questo punto. Nessun impiegato d’albergo può avere accesso alle cassette di sicurezza. L’unica persona che possiede la password delle cassette è un manager del dipartimento sicurezza, addetto all’apertura con appositi strumenti;

Cosa succede se un cliente muore mentre occupa una stanza d’albergo?

Purtroppo si tratta di un evento che può capitare.

Quando succede, in genere il personale dell’albergo cerca di operare nella massima discrezione cercando di non turbare il soggiorno dei clienti. La stanza viene poi sterilizzata, ben pulita e affidata ad un altro ospite senza che questi sospetti nulla.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche