Segreti per risparmiare sulla spesa COMMENTA  

Segreti per risparmiare sulla spesa COMMENTA  

Con i prezzi dei prodotti alimentari in aumento, la maggior parte delle persone vorrebbe trovare modi per ridurre le spese. Ma non tutti hanno la pazienza di passare ore e ore a reperire e ritagliare coupon o percorrere chilometri di corsie alimentari solo per risparmiare qualche spiccio. Questa semplice guida vi aiuterà a risparmiare molto al supermercato senza troppo impegno.


Iniziare con un piano

In primo luogo, stilate un bilancio – ossia un importo massimo da spendere per la spesa. “Basta avere un piano ben dettagliato per poter risparmiare il denaro duramente guadagnato”, ha detto Jane Delaney, presidentessa e fondatrice di eMeals, con sede a Birmingham, Alabama. E quale può essere un ottimo modo per assicurarsi di attenersi al bilancio una volta che si è al supermercato? Pagando in contanti, invece che con la carta di credito, ha dichiarato la Delaney. “Se si utilizza una carta di credito si corre il rischio di pagare fino al 15 per cento di commissione sui  propri acquisti di generi alimentari, oltre al fatto che non vedendo il denaro contante scivolare via dal portafoglio, non ci si rende realmente conto di quanto si è speso”.

Un altro suggerimento è quello di preparare una lista della spesa contenente solo le cose strettamente necessarie, e di attenersi rigidamente ad essa, in modo da non comprare cose futili o superflue aumentando la lunghezza (ed il peso) dello scontrino.


Controllare i prezzi

E ‘bene passare qualche minuto in più a confrontare i prezzi dei beni presenti sugli scaffali, per poter acquistare cose ad un prezzo più conveniente. Non fissatevi con le marche, perché spesso pagate semplicemente il “nome” di un prodotto, quando ce ne sono altri simili in qualità, ma inferiori di prezzo. Spesso poi, alcuni supermercati mettono la merce in offerta all’ingresso o vicino alle casse, pertanto fatevi attenzione.


Inoltre, alcune catene di supermercati effettuano sconti e promozioni durante la settimana, per non concentrare le vendite solo nei weekends, quindi affacciatevi per la spesa anche in giorni diversi dal Sabato.

L'articolo prosegue subito dopo


Spesso sono disponibili fidelity card gratuite, da richiedere alla cassa, per ottenere sconti e promozioni su moltissimi articoli anche di marca.

Non fate la spesa a stomaco vuoto

E’dimostrato che fare la spesa quando si ha fame induce a comprare molte più cose del necessario, proprio perché guidati dai brontolii dello stomaco. Meglio dunque fare la spesa quando si è ben sazi per non perdere di vista l’obbiettivo e non aumentare il conto finale.

Sarebbe bene anche evitare di portare con sé i bambini che, con i loro capricci, potrebbero indurci ad acquistare merendine, bibite ed altri prodotti che non erano inclusi nella lista.

Fate la spesa settimanale

E’preferibile effettuare una sola spesa una volta a settimana, sia per evitare di acquistare generi alimentari ogni giorno, sia per poter controllare meglio cosa manca in casa e quando se ne può fare a meno, sia ancora per ammortizzare i costi, i quali, se concentrati una volta al mese, o spesso durante la settimana, potrebbero pesare molto sul bilancio.

Fate delle scorte

Quando possibile, e quando le finanze lo consentono, è una buona idea fare delle scorte di prodotti a lunga scadenza, come i surgelati e lo scatolame, così da avere sempre in casa delle scorte di generi alimentari o prodotti, in modo tale da non doverne acquistare altri pesando nella spesa settimanale. Inoltre questa strategia è comoda per attingervi quando non è possibile spendere oltre un dato budget.

Prodotti di stagione

Frutta, verdura ed altri prodotti di stagione costano meno, sono facilmente reperibili e sono più sani. Meglio ancora se acquistati direttamente in un ingrosso, dal contadino se possibile, o in una frutteria anziché al supermercato, perché si risparmia evitando i costi aggiuntivi della grande distribuzione. Se le zucchine al supermercato costano 1 euro al chilo, dal fruttivendolo costano 0,80 centesimi, e questo conviene. Lo stesso principio vale per prodotti come il pane o generi alimentari freschi.

Non disdegnate i discount

Non è vero che ai discount la merce è più scadente che nelle grandi catene, in quanto è possibile trovare prodotti di qualità a prezzi di molto inferiori alla media. Alcuni di questi posti offrono un risparmio notevole anche sulla quantità, per cui anche per le scorte è conveniente un discount piuttosto che un supermercato più noto, ma più costoso.

 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*