Sei consigli per difendersi dallo stress - Notizie.it
Sei consigli per difendersi dallo stress
Guide

Sei consigli per difendersi dallo stress

Forse non tutti sanno che, a causa dei cosiddetti “neuroni specchio”, le cellule nervose che inducono ad imitare le emozioni e i comportamenti altrui, semplicemente osservando chi ha i nervi a fior di pelle si viene contagiati dall’ansia. E’ quindi fondamentale, per stare bene, non lasciarsi contagiare dall’ansia del partner scontento del suo lavoro, dell’amica che si è appena separata o del collega nevrotico. Ecco sei consigli utili per non soccombere vittime dello stress altrui:

1) Bisogna imparare ad avere un atteggiamento mentale distaccato, che permetta di non lasciarsi risucchiare da ciò che l’altro fa, pensa e propone. Ciò significa, ad esempio, limitarsi ad ascoltare l’inizio dei suoi sfoghi e poi concentrare la propria attenzione su altro, come l’aperitivo con gli amici o la gita fuori porta. O ancora, stopparlo quando ci si rende conto che i suoi racconti stanno suscitando troppa agitazione o tristezza.

2) Non sentirsi in colpa: non si tratta di egoismo, al contrario, è una questione di sopravvivenza.

Prendere le distanze è l’unico modo per occuparsi non solo di se stessi, ma anche dell’altro.

3) Stare lontani dal virus: a volte concentrarsi su altro non basta. Occorre allontanarsi anche fisicamente. Non avere remore, quindi, a dire no all’ennesimo appuntamento con l’amica dal cuore spezzato, a evitare il pranzo con l’amico stressato, e via dicendo. Qualche rifiuto non compromette i rapporti e non fa stare peggio chi già sta male, ma aiuta chi sta bene a ricaricarsi e a essere più empatico all’incontro successivo.

4) Prendersi delle pause: anche se si è armati delle migliori intenzioni, può capitare dopo un po’ di non farcela più. Bisogna allora prendersi una piccola pausa, facendo qualche esercizio calmante. Chiudendo gli occhi si riesce meglio ad isolarsi completamente dal mondo circostante;

5) Pilotare le conversazioni: pensare troppo alle emozioni negative non fa altro che amplificarle. Questo vale anche per lo stress: più la persona colpita e chi la circonda ne parlano e più la tensione che si prova aumenta.

Per questo, dopo un po’, è consigliabile cambiare argomento. Sfogarsi è utile, ma non bisogna fossilizzarsi su certe tematiche. Indirizzare il dialogo su altro non è sinonimo di scarsa empatia o sensibilità, ma di intelligenza.

6) Conservare i propri spazi: chi trascorre molto tempo con una persona esaurita, soprattutto se ha con lei un rapporto molto stretto, deve ritagliarsi delle pause solo per sé. E’ importante che si renda conto che non è indistruttibile, ha bisogno di dedicarsi a qualche hobby, di uscire per svagarsi, di fare passeggiate solitarie. Altrimenti, rischia di crollare o scoppiare.

Stress Reduction: How To Reduce Stress&Anxiety

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*