Sei modi per diventare il tuttofare di casa tua COMMENTA  

Sei modi per diventare il tuttofare di casa tua COMMENTA  

Mantenere una casa
significa far fronte ai danni da usura. Vivendo un tempo dove molti
sono sempre troppo impegnati, o forse intimiditi, per pensare di
risolvere con le proprie mani un piccolo fastidioso problema di
mantenimento della casa; finiscono spenderci troppi soldi. In molti
casi, il piccolo problema fastidioso è anche molto facile da
riparare. Non tutte le riparazioni richiedono di pagare uno
specialista, quindi imparate come si fa!

Sostituire le mattonelle

C’era un tempo dove questa impresa avrebbe richiesto di mescolare l’intonaco, mettere il nastro adesivo tutto intorno al piano di lavoro, disporre le mattonelle e aspettare tutto il giorno che fosse pronto. Ma grazie alle nuove tecnologie potete usare semplicemente un adesivo per mattonelle con un pennello a rullo rendendo più facile il lavoro.


“Bondera è un pennello adesivo in entrambi i lati ed è sensibile alla pressione”, dice il costruttore Paul F. Ryan, ospite in vari show in New York. “Lo collochi sulla parete, disponi le mattonelle ed ecco fatto! E’ perfetto per il piccoli lavoretti, ma nella doccia dove spendereste comunque tutto il giorno a sistemare mattonelle, probabilmente non vi aiuterà a risparmiare tempo; ma se avete un semplice backsplash in cucina, o un lavoro più semplice, potrebbe essere un’ opportunità da prendere in considerazione.


Mettere le mensole

Quando volete mettere una mensola una delle domande dovreste porvi è qual’è il modo migliore di appenderla. Avrete infatti bisogno di sufficienti supporti che reggano il peso che intendete porvi.

Controllate anche che le pareti siano fatte di legno, di mattone o blocchi di cemento. 

“Se volete mettere le mensole in un muro divisorio di cartongesso, il posto conveniente per mettere i supporti è dove troverete l’intelaiatura [generalmente sono 40cm dal centro della parete]. Altrimenti, avrete bisogno di comprare il supporto specifico per il vostro tipo di parete”, dice Lynda Lyday, autore di “Il manuale del tuttofare” e designer del Lyday Tool Line.

L'articolo prosegue subito dopo

“Nelle pareti in cartongesso preferisco i chiodi a espansione che una volta premuti nel buco aprono le loro alette di plastica e riescono a reggere un peso considerevole.

Fate attenzione col trapano a fare un buco abbastanza  grande da permettere ai chiodi ad espansione di entrare.”

Non è mai troppa l’importanza che date ai supporti, se volete che il vostro lavoro sia duraturo. “Molte persone non usano quelli giusti”, aggiunge Lyday. “e, oggetti come i porta carta igienica, supporti per mensole, porta asciugamani verranno fuori dai buchi della parete con il vostro dispiacere!”

Pittare

Pitturare di fresco le pareti? Non avrete più bisogno di sedere tutto il giorno aspettando che la vernice si asciughi. PaintStick vi risparmierà un sacco di tempo.

“Questo speciale pennello è dotato di un semplice meccanismo a pompa azionato a mano che, attaccato direttamente al contenitore della vernice con una cannuccia, vi dà la possibilità di  aspirare direttamente la vernice nell’incavo del bastone a rullo e di applicarla alla parete senza imbrattare tutta la casa. Questo meccanismo funge anche come estensione del bastone cosicché potrete pittare il soffitto senza l’uso della scala .”

Aggiustare i muri in cartongesso

Aggiustare una parete di cartongesso è un altro lavoro facilmente risolvibile con una piccola ricerca e un po’ di organizzazione. Una volta che avete misurato quanto è spessa la parete – solitamente nelle aree residenziali sono di 2cm mentre in alcune città potrebbero essere 4cm – provate a tagliare i costi telefonando al più vicino centro per la casa e chiedete se vi possono mandare un pezzo di parete di gesso di una di quelle rotte. Qualche volta le regalano a richiesta.

“Lo sbaglio più comune che le persone fanno è fare un buco nella parete e poi cercare di far corrispondere il pezzo nuovo,” mette in evidenza Lynday. “Invece sarebbe più conveniente tagliare prima il nuovo pezzo di cartongesso che sia grande abbastanza da coprire l’area danneggiata, poi tracciarlo sulla vecchia parete di cartongesso e tagliare il pezzo corrispondente con un seghetto speciale per questo tipo di lavoro.”

Lynday vuole aggiungere ancora un altro suggerimento per salvarvi da qualsiasi potenziale danno che riguarda fili elettrici e tubature.

“Se dovete fare molte riparazioni prendete un seghetto elettrico e introducetevi una vecchia lama per legno,” dice. “Misurate poi 2cm dalla base della lama e marcateli. Rimuovete la lama, bloccatela da entrambe le parti e piegatela fino a quando non si spezza cercando di seguire la linea che avete fatto in precedenza. Rimettete la lama nel seghetto elettrico e adesso potete tagliare la parete senza aver paura di danneggiare ciò che sta dietro”.

Interruttori e prese dell’elettricità

Sostituire gli interruttori e le prese dell’elettricità potrebbe sembrare un impercettibile cambiamento, ma in realtà è importante per migliorare l’aspetto della vostra camera. Mentre l’impresa non è particolarmente difficile, molti non si accorgono che potrebbero risparmiare se dedicassero un po’ più di tempo per questo lavoretto.

“Quando rimuovete il coperchietto della presa, mettete un inserto che isoli la presa in modo da rimuovere ogni spiffero,” consiglia Ryan , aggiungendo che questi gadget sono venduti nella maggior parte delle ferramenta. “Prese elettriche e interruttori sono una delle principali fonti di spifferi d’aria in casa, e isolandoli potrete risparmiare più energia elettrica e soldi di quanto vi aspettate.”

Acqua corrente

Se il vostro wc non smette di perdere acqua la maggior parte delle volte è il meccanismo interno che non funziona –  più specificamente il pezzo piatto di gomma attaccato alla catena. Uno nuovo costa solamente pochi euro e una volta rimpiazzato vi farà risparmiare una salata bolletta dell’acqua.

“Nella maggior parte dei casi dovrete fare più tagli per rimuovere il cerchietto di gomma,” dice Lyday. “Regola del giorno: tagliate il nuovo in modo che sia di uguale grandezza di quello che state rimuovendo. Prima di toglierlo comunque spegnete l’interruttore dell’acqua dietro al serbatoio. Lo sbaglio più comune è pensare di dover chiamare un idraulico per fare questo lavoro!”

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*