Sei un detenuto? Devi pagare l’IMU!

Attualità

Sei un detenuto? Devi pagare l’IMU!

 


Che è successo a Monvalle, provincia di Varese?

L’ufficio tributi ha chiesto a un detenuto, possessore di due appartamenti, uno usato come residenza, l’altro come seconda abitazione; di pagare l’Imu sulle sue proprieta’ come se fossero entrambe seconde case.

Perchè? Semplicissimo: la residenza principale su cui avrebbe diritto all’esonero viene considerata il carcere.

Dal momento che e’ un detenuto, dovra’ pagare l’Imu seconda casa su ambedue le proprieta’ che possiede, perche’ la sua residenza effettiva e’ considerata quella nel carcere di Bollate (Milano).

La sorella del detenuto, in carcere per reati minori, dopo aver avuto l’avviso per il versamento dell’Imu si e’ rivolta all’Associazione per la giustizia in Italia.

Secondo l’associazione saremmo di fronte ad “una richiesta di pagamento erroneamente inviata sul presupposto che la residenza anagrafica del detenuto corrisponda all’indirizzo del carcere, quando in realta’ l’indirizzo di residenza anagrafica corrisponde all’ultima abitazione occupata prima della carcerazione”.

Che dire? Nulla contro i detenuti, si può sbagliare ( anche se sarebbe meglio non fare certi errori!!) purchè paghino questi errori in modo proporzionato!

Tuttavia, a mio parere, nulla di strano nella richiesta di pagare l’IMU ad un detenuto.

Nulla di strano per un paese come l’Italia!

Non è forse vero che qualche tempo fa anche agli anziani ricoverati in casa di riposo era richiesto il pagamento dell’imposta sulla loro abitazione?

Mi scandalizza molto di più una richiesta di pagamento fatta ad un vecchio signore che ad un detenuto!

Voi che ne pensate?

5 Commenti su Sei un detenuto? Devi pagare l’IMU!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...