Semi di chia, caratteristiche COMMENTA  

Semi di chia, caratteristiche COMMENTA  

I semi di chia sono ricavati dalla Salvia Hispanica, una specie vegetale molto diffusa ed utilizzata in Centro e Sud America, ma ancora scarsamente conosciuta in Europa e in Italia, e che spontaneamente in Messico e Bolivia.

I semi di chia, ricchi soprattutto di calcio ed un contenuto equilibrato tra acidi grassi essenziali, omega3 ed omega6, presentano proprietà nutrizionali che dovrebbero essere degne di nota, ma che sono ancora poco conosciute.

I semi di chia sono stati approvati ed introdotti sul mercato europeo, e come ingrediente alimentare, nell’ottobre del 2009, ma le loro proprietà benefiche erano già conosciute dalle civiltà precolombiane dell’America Centrale e Meridionale. Essi, insieme al mais, ai fagioli e all’amaranto erano la base dell’alimentazione di popolazioni come quella Azteca.

L’introduzione dei semi di chia in Europa è dovuta ai conquistadores, ma ignorata a favore di altri alimenti scoperti nelle Americhe.
Alcuni dei benefici dei semi di chia:
– Controllano il livello degli zuccheri nel sangue, contribuendo ad arginare l’aumento di peso.

L'articolo prosegue subito dopo

– Prevengono le malattie legate all’apparato cardiovascolare.
– Regalano all’organismo un ottimo livello di energia per la presenza di vitamine e sali minerali.
– Regolano la pressione sanguigna; chi soffre di pressione alta potrebbe trovare giovamento aggiungendo i semi di chia nella sua alimentazione.
– Aiutano l’organismo nella perdita di peso poiché sono ricchi di nutrienti essenziali ed energia, impedendo dunque all’organismo di assumere alimenti extra.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*