Sequestrati i gazebo dei locali della movida palermitana COMMENTA  

Sequestrati i gazebo dei locali della movida palermitana COMMENTA  

Mega verande chiuse e riscaldate costruite direttamente sopra i marciapiedi, lasciate costruire senza alcun controllo apparente, almeno fino a questa mattina. I gestori si erano fatti coraggio, dopo aver visto sorgere decine di gazebi e verande senza alcun controllo o multa, si erano fatti coraggio. “Prima di prendere me devono multare tutti, allora non lo faranno mai”. asf
Anziché multare di volta in volta i singoli gestori, la municipale ha visto accumularsi gli spazi abusivi e stamattina ha fatto una retata generale. Si va dalla pizzeria “Le volte” a “Biondo”, da “I chiavettieri” alla “Creperia” passando per “Tinto” a “I comparucci”, da “Il baretto” a “Pizzo & Pizzo”. Queste strutture possono essere autorizzate solo quando si trovano in zone pedonali o in aree dove esiste un percorso alternativo per le auto. Non a caso sono due le autorizzazioni necessarie a chi intende allargare il proprio locale con strutture all’aperto, una rilasciata dall’assessorato alle Attività produttive, l’altra dall’assessorato al Traffico. E quasi nessuno degli esercenti a cui sono stati sequestrati i gazebo era in possesso dell’autorizzazione dell’assessorato al Traffico, mentre buona parte di quelle rilasciate dalle Attività produttive erano scadute.

Per potere riaprire la parte di locale sequestrata i titolari degli esercizi commerciali dovranno adesso attendere che il Comune valuti le istanze e verifichi se sussistono le condizioni previste dal regolamento.

About Francesco Quartararo 665 Articoli
Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.

2 Commenti su Sequestrati i gazebo dei locali della movida palermitana

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*