Sequestro giochi e casalinghi dalla Cina

Aziende

Sequestro giochi e casalinghi dalla Cina

I finanzieri del Comando Provinciale di Padova hanno sequestrato due magazzini di deposito situati a Padova e Concorezzo (MB), nei quali erano stoccati undici milioni di prodotti tra cui casalinghi, articoli di ferramenta, prodotti per l’igiene personale e la cosmesi, cancelleria e giocattoli per bambini, tutti importati dal sud-est asiatico e commercializzati in Italia, grazie a false certificazioni CE.

La documentazione che accompagnava i prodotti provenienti dalla Cina era stata rilasciata da organismi inesistenti o non abilitati a certificare la regolarità dei prodotti. Non essendo conformi agli standard di sicurezza comunitari, i prodotti erano potenzialmente pericolosi o nocivi per la salute dei consumatori.

Grazie ai prezzi bassissimi con cui tali prodotti erano proposti sul mercato, l’intento di tre imprenditori cinesi (arrestati) era ovviamente quello di battere la concorrenza dei prodotti Made in Italy o comunque europei, generando un giro di affari previsto di circa 6 milioni di euro in pochi mesi.

Attenzione a verificare sempre il luogo di fabbricazione degli articoli che si acquistano e soprattutto a imparare a capire se il marchio CE significa Comunità Europea (Certificazione Europea) oppure China Export. In quest’ultimo caso il marchio è leggermente ovalizzato e non tondo.

E’ difficile da cogliere tale differenza, ma comunque sia è bene diffidare da articoli proposti a prezzi irrisori.

marchio CE marchio China Export

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche