Serie A: Cossu ferma la corsa della Juve (1-1) COMMENTA  

Serie A: Cossu ferma la corsa della Juve (1-1) COMMENTA  

Pressing alto ed asfissiante per 75’ ed impeccabile copertura degli spazi: che il Cagliari abbia impresso una svolta al campionato? I rossoblù escono infatti indenni dallo Juventus Stadium, terza squadra a farlo in stagione dopo Bologna e Genoa interrompendo così la serie di quattro vittorie interne consecutive dei bianconeri, ora a rischio sorpasso (da solo o in coabitazione Conte guida il gruppo dalla prima giornata) se il Milan vincerà il derby. Niente effetto-stadio quindi per una Juventus che si è fatta irretire dall’inesauribile corsa del Cagliari confermando al contempo di non aver ancora recuperato quella brillantezza fisica che era stato il marchio di fabbrica dei primi tre mesi di stagione (colpa della preparazione invernale o della rosa corta?) nonché l’elemento decisivo per vincere quasi sempre in scioltezza le partite interne.


E pensare che l’avvio era stato sulla falsariga della consuetudine: Juventus avanti a testa bassa, squadra cortissima per schiacciare l’avversario e spettacolari combinazioni in velocità. Una di queste vale il vantaggio dopo appena 11’: da Pepe a Marchisio che legge l’inserimento di Lichtsteiner a destra, palla in mezzo per Vucinic che non ha problemi ad insaccare. Sembra l’alba di una nuova passeggiata ma qui iniziano i meriti del Cagliari: i sardi infatti non rinculano né si fanno intimorire dall’inizio choccante ed iniziano a rincorrere tutti gli avversari. Una tattica in apparenza suicida visto che il giro palla difensivo della Juve è volto proprio a “farsi assalire” per trovare gli spazi in attacco ma il problema per i bianconeri è superare la prima linea del pressing. Dietro però il Cagliari pasticcia ancora ed allora l’ex Matri potrebbe indirizzare la gara già al 12’, ma calcia sul fondo, mentre poco dopo è Vidal a non inquadrare la porta.


Le difficoltà per la Juve crescono però con il trascorrere dei minuti: la palla circola lentamente, i rossoblù sporcano tutte le linee di passaggio ed alla prima occasione trovano anche il pareggio, già al 3’ della ripresa con Cossu che scarica in rete un gran collo mancino dal limite approfittando di uno svarione di Bonucci che aveva anticipato Ibarbo. Ci sarebbe un intero tempo per rimettere a posto le cose ma i bianconeri si fanno prendere dal nervosismo: decine di passaggi sbagliati, stop elementari falliti e totale incapacità di creare vere occasioni, eccetto un colpo di testa di Del Piero su punizione di Pirlo sventato da Agazzi: Alex però era in chiaro fuorigioco, non ravvisato dall’assistente del giovanissimo arbitro Guida, protagonista di una prestazione contraddittoria. Bravissimo a pescare la simulazione di Matri, disattento nel non vedere due falli di mano di Bonucci e Pirlo. Nel quarto d’ora finale il Cagliari arretra troppo e smette di giocare ma neppure questo agevola la Juventus che spreca l’ultima occasione di testa con Vidal in pieno recupero. E trova il gusto agrodolce di dover tifare Inter

Juventus-Cagliari 1-1

Marcatori: 11’ Vucinic; 48’ Cossu

Juventus: Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, De Ceglie; Vidal, Pirlo, Marchisio; Pepe (66’ Del Piero), Matri (72’ Krasic), Vucinic (82’ Borriello). (Storari, Sorensen, Estigarribia, Marrone). All.: A. Conte.


Cagliari: Agazzi; Pisano, Canini, Astori, Agostini; Dessena, Ekdal, Nainggolan; Cossu (75’ El Kabir); Larrivey (71’ Ariaudo), Ibarbo. (Avramov, Gozzi, Conti, Cepellini, Thiago Ribeiro). All.: D. Ballardini.

L'articolo prosegue subito dopo


Arbitro: Guida (Torre Annunziata)

Ammoniti: Cossu, Matri, Barzagli e Dessena.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*