Serie A: due pareggi negli anticipi del sabato COMMENTA  

Serie A: due pareggi negli anticipi del sabato COMMENTA  

RISULTATI ANTICIPI SERIE A: Sono terminati con il segno x i due match di anticipo della ventiquattresima giornata di campionato di Serie A, con la Fiorentina bloccata sull’1-1 al Dall’Ara di Bologna, e la Lazio che non è andata oltre lo 0-0 a Marassi contro il Genoa. I viola dominano la prima frazione di gioco contro un Bologna troppo remissivo e timido, sfiorando il vantaggio a più riprese con Tello e Babacar sempre molto attivi in fase offensiva e un Borja Valero in grande spolvero. Nella ripresa i viola rimangono in 10 per una espulsione ingenua rimediata da Mati Fernandez, e il copione della gara muta.


Nonostante l’inferiorità numerica, sono i viola a passare in vantaggio con Bernardeschi che raccoglie un traversone basso e insacca con un preciso sinistro. Pochi minuti dopo è il Bologna a rimettere le sorti in parità con Giaccherini, bravo a raccogliere un pallone vagante in area e a battere imparabilmente l’incolpevole Tatarusanu. Il Bologna preme nell’acceleratore per passare in vantaggio, ma trova nella difesa viola un baluardo insuperabile. Gli inserimenti di Kalinic e Zarate nel finale non danno maggiore profondità al gioco della Fiorentina, che rimane comunque schiacciata nella propria area. Alle fine l’1-1 pare essere il risultato giusto.


Finisce a reti bianche il match tra Genoa e Lazio. in un match giocato ad alti ritmi ma con pochissime palle gol nitide. Le difese hanno avuto nettamente la meglio sui rispettivi attacchi, con i due bomber, Djordjevic e Pavoletti in serata no. Nota stonata per il Grifone, l’infortunio patito da Ansaldi, uno degli uomini più in forma della squadra di Gasperini.


Il Genoa continua a navigare nelle parti basse della classifica di Serie A, mentre la Lazio, dopo la sconfitta dell’Olimpico contro il Napoli, non riesce a conquistare i tre punti che l’avrebbero proiettata verso le zone europee della classifica.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*