Serie A: il Napoli frena ancora. L’Udinese l’agguanta due volte (3-3)

Calcio

Serie A: il Napoli frena ancora. L’Udinese l’agguanta due volte (3-3)

Rafa Benitez
Rafa Benitez
Rafa Benitez

Il Napoli fa harakiri e vede sempre più lontana la Juventus. Al San Paolo gli azzurri di Benitez si fanno imporre il 3-3 da un’Udinese mai doma, scivolando così a -8 dalla lanciatissima capolista. Un guaio considerando il passo tenuto dai bianconeri, ed il fatto che il Napoli ha vinto appena una delle ultime cinque partite ufficiali. Mercoledì al San Paolo arriverà l’Arsenal: per centrare gli ottavi di Champions servirà un 3-0, risultato ai limiti dell’impossibile viste le sbavature difensive mostrate anche contro i friulani. Partita strana quella contro la squadra di Guidolin, che si difende con ordine per i primi 35’, riuscendo anche a ripartire con pericolosità grazie ai movimenti di Nico Lopez e di Bruno Fernandes, che impegna dal limite Rafael, schierato al posto dell’acciaccato Reina. Il Napoli però sembra chiudere il discorso tra il 38’ ed i 42’ con una doppietta di Pandev, che prima gira a rete un pallone vagante in area su azione d’angolo e successiva sponda di Fernandez, e poi insacca con un movimento da attaccante vero in area su assist del generosissimo Higuain.

Ma allo scadere del tempo ecco la prima disattenzione difensiva: angolo dell’Udinese, Hertaux salta libero in area e trova la scoordinata deviazione di Fernandez, che spiazza Rafael. In avvio di ripresa i ritmi tornano ad abbassarsi, il Napoli sembra poter controllare la gara ma paga cara un’altra follia difensiva: l’ esordiente Reveillere affida un pallone avvelenato ad Inler che lo consegna a Bruno Fernndes, il portoghese avanza e dai 25 metri lascia partire un destro che sorprende Rafael, troppo avanzato. Palla al centro e l’orgoglio del Napoli vale il 3-2: ennesima discesa di Higuain, Brkic respinge il tiro proprio sui piedi di Dzemaili, che aveva seguito l’azione ed appoggia in rete. Sembra davvero fatta, ma Guidolin ci crede e manda in campo tutto il potenziale offensivo: il pareggio però arriva su azione d’angolo, con Behrami che lascia libero Basta e Inler che non riesce a respingere. E potrebbe pure andare peggio, perché il Napoli si getta in attacco e rischia il tracollo: nel finale l’arbitro sorvola su una trattenuta di Maggio su Maicosuel lanciato a rete. Il San Paolo fischia, la Juve va.

Napoli-Udinese 3-3
Marcatori: 38’, 42’ Pandev; 46’ p.t. aut. Fernandez; 70’ Fernandes; 71’ Dzemaili; 80’ Basta
Napoli: Rafael 5.5; Maggio 5.5, Fernandez 5, Britos 5.5, Réveillère 5 (81′ Armero); Inler 5, Dzemaili 6.5 (77’ Behrami 6); Callejon 5.5, Pandev 7.5 (74’ Mertens sv), Insigne 5; Higuain 7. All.: R. Benitez 5.5.


Udinese: Brkic 6; Heurtaux 6 (68′ Maicosuel 6), Danilo 6.5, Domizzi 6; Basta 6.5, Allan 6, A. Lazzari 6.5, Gabriel Silva 5.5; Fernandes 7 (84′ Naldo sv), Pereyra 6.5; N. Lopez 5.5 (80′ Zielinski sv). All.: F. Guidolin 6.5.

Arbitro: Gervasoni (Mantova) 6
Ammoniti: Albiol, Domizzi, Fernandes, Fernandez, Dzemaili, Pandev.
Espulsi: l’allenatore dell’Udinese Guidolin all’84’ ed il vice Bortoluzzi al 93’, entrambi per proteste

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...