Serie A 2011-2012: la classifica marcatori finale completa COMMENTA  

Serie A 2011-2012: la classifica marcatori finale completa COMMENTA  

Nel 2009 gli riuscì la doppietta: scudetto con l’Inter e titolo di capocannoniere. Quest’anno invece Zlatan Ibrahimovic si è dovuto accontentare solo del successo personale, ma conoscendo il suo carattere la soddisfazione sarà molto contenuta. Con i 28 gol realizzati quest’anno il totale di reti per lo svedese in Serie A sale a 122, 47^ posto nella classifica all-time mentre per il terzo anno consecutivo la squadra Campione d’Italia non riesce a portare un proprio giocatore al primo posto dei bomber. Alle sue spalle Milito quindi Di Natale che abdica dopo due titoli consecutivi ma con cifre esaltanti: 79 reti in tre campionati valsi due qualificazioni ai preliminari di Champions. Diciannove i giocatori in doppia cifra.

Leggi anche: Zidane in finale di Champions: contento di tornare in Italia


28 reti: Ibrahimovic (Milan, 9).

24 reti: Milito (Inter, 7).

23 reti: Cavani (Napoli, 3); Di Natale (Udinese, 4).

18 reti: Palacio (Genoa, 2).

Leggi anche: Verso Bayern Monaco-Juventus: le probabili formazioni


16 reti: Denis (Atalanta, 3); Miccoli (Palermo, 1).

15 reti: Giovinco (Parma, 4).

14 reti: Jovetic (Fiorentina, 3).

12 reti: Klose (Lazio, 1); Destro (Siena).

11 reti: Di Michele (Lecce, 5); M.

Rigoni (Novara, 6); Osvaldo (Roma); Calaiò (Siena, 4).

10 reti: Di Vaio (Bologna, 1); Pinilla (Cagliari, 2; 2 con 1 rigore nel Palermo); Matri (Juventus); Nocerino (Milan).

9 reti: Lodi (Catania, 6); Marchisio e Vucinic (Juventus); Hamsik e Lavezzi (1) (Napoli); Borini (Roma).

8 reti: Mutu (Cesena, 2); Pellissier (Chievo, 3); Hernanes (Lazio, 4); Floccari (Parma, 1); Totti (Roma, 2).

7 reti: Diamanti (1) e Ramirez (Bologna); Larrivey (Cagliari, 2); Vidal (Juventus, 1); Muriel (Lecce); Bojan (Roma).

6 reti: Moralez (Atalanta); Bergessio (Catania); Thereau (Chievo); Gilardino (2; 2 nella Fiorentina) e Jankovic (Genoa); Pepe (Juventus); Robinho (Milan); Pandev (Napoli); Budan (Palermo); Biabiany (Parma).

5 reti: Acquafresca (Bologna); Legrottaglie (Catania); Paloschi (Chievo); Cerci (Fiorentina); Marco Rossi e Sculli (2 nella Lazio) (Genoa); Pazzini (Inter); Candreva (1 su rigore con il Cesena) e Rocchi (Lazio); Boateng (Milan); Hernandez (1) e Silvestre (Palermo); Basta (Udinese).

4 reti: Conti (1) e Thiago Ribeiro (Cagliari); Almiron, Barrientos e Gomez (Catania); Moscardelli (Chievo); Montolivo (Fiorentina, 1); Cambiasso e Sneijder (Inter); Quagliarella (Juventus); Kozak, Lulic e Mauri (Lazio); Lopez (Milan: 3 nel Catania, 2 su rigore); Mascara (1 nel Napoli) e Morimoto (Novara); Paletta (Parma); De Rossi, F.

L'articolo prosegue subito dopo

Simplicio e Lamela (Roma); Bogdani e Brienza (Siena); Floro Flores (Udinese).

3 reti: Marilungo (Atalanta); Portanova (Bologna); Ibarbo (Cagliari); Marchese (Catania); Santana (Cesena); Thiago Motta (Inter); Bonucci, Del Piero e Pirlo (Juventus); Ledesma (Lazio, 3); Bertolacci, Cuadrado e Giacomazzi (Lecce); Cassano e Muntari (Milan); Dzemaili e Maggio (Napoli); Caracciolo (1 nel Genoa) e Jeda (Novara); Bertolo e M. Donati (Palermo); Okaka (Parma, 1); Juan, Marquinho e Pjanic (Roma); D’Agostino (Siena, 1); Asamoah ed Isla (Udinese).

2 reti: Bonaventura, Schelotto e Tiribocchi (Atalanta); Spolli (Catania); Del Nero ed Eder (Cesena); L. Rigoni e Sammarco (Chievo); A. Lazzari, Nastasic e Natali (Fiorentina); Kucka, Jorquera e Miguel Veloso (Genoa); R. Alvarez, Forlan, Maicon, Nagatomo, Samuel e Zarate (Inter); Borriello, Chiellini e Lichtsteiner (Juventus); Cana (Lazio); Brivio, Corvia e Grossmuller (Lecce); El Shaarawy, Emanuelson, Seedorf e Thiago Silva (Milan); Campagnaro, Cannavaro, Dossena, Gargano e Zuniga (Napoli); Porcari e Rubino (Novara); Ilicic, Mantovani, G. Migliaccio e Zahavi (Palermo); Gobbi, A. Lucarelli e Modesto (Parma); Del Grosso (Siena); Fabbrini, Pinzi e Torje (Udinese).

1 rete: Bellini, Carmona, Cigarini, Gabbiadini, Manfredini, A. Masiello e Peluso (Atalanta); Cherubin, Garics, Kone, Khrin, Loria, Rubin e Sorensen (Bologna); Ariaudo, Astori, Biondini, Cossu, Ekdal, El Kabir, Ibarbo, Nainggolan e Nenè (1) (Cagliari); Catellani, Delvecchio, Izco, Lanzafame e Seymour (Catania); Ceccarelli, Guana, Iaquinta (1), Parolo, Pudil e Rennella (Cesena); Acerbi, Andreolli, Bradley, Dramè, Luciano, Sardo, Uribe e Vacek (Chievo); Amauri, Cassani, Gamberini, Ljajic e Silva (1) (Fiorentina); Belluschi, Constant, Granqvist, Mesto, Moretti e Pratto (Genoa); Castaignos, Coutinho, Faraoni, Lucio, Obi e Ranocchia (Inter); Barzagli (1), Caceres, De Ceglie, Estigarribia, Giaccherini, Krasic, Marrone e Padoin (Juventus); Biava, Cissè, Diakitè, A. Gonzalez, Matuzalem e Scaloni (Lazio); Bojinov, Esposito, Ferrario, Mesbah e Oddo (1), Strasser e Tomovic (Lecce); Aquilani, Ambrosini, Flamini, Inzaghi, Nesta, Pato, Yepes e Zambrotta (Milan); Britos (Napoli); Garcia, Gemiti, Marianini, A. Mazzarani, Meggiorini, Paci e Radovanovic (Novara); E. Barreto e Munoz (Palermo); Galloppa, Jonathan, Marques, Mariga, Morrone, Pellè, Valdes, Valiani e Zaccardo (Parma); Burdisso, Gago e Taddei (Roma); Bolzoni, Del Grosso, Gazzi, Giorgi, Grossi, Larrondo (1), P. Gonzalez, Rossettini, Terzi (1) e R. Vitiello (Siena); Armero, Benatia, Danilo, Domizzi, Fernandes, Ferronetti, Pazienza e Pereyra (Udinese).

Autoreti 20: Acquafresca e Rubin (Bologna, pro Lazio); Morleo (Bologna, pro Palermo); Astori (pro Napoli), Canini (pro Juventus) e Pisano (pro Milan) (Cagliari); Andreolli (Chievo, pro Catania); Lodi (Catania, pro Milan); Marco Rossi (pro Atalanta) e Moras (pro Fiorentina) (Cesena); Luciano (Chievo, pro Parma); Granqvist (Genoa, pro Cagliari); Lichtsteiner (Juventus, pro Atalanta); Diakitè (Lazio, pro Novara); De Sanctis (Napoli, pro Roma); Centurioni (Novara, pro Parma); Ludi (Novara, pro Palermo); Rinaudo (Novara, pro Cesena); Del Grosso (Siena, pro Genoa); Ferronetti (Udinese, pro Lazio).

Leggi anche

Napoli Benfica scontro Champions League
Calcio

Formazioni Napoli Benfica 5 Dicembre

Champions League: Benfica - Napoli rappresenta l'ultimo scoglio per i partenopei per accedere agli ottavi. Probabili formazioni 5 dicembre 2016   Martedì e Mercoledì si terrà l'ultimo turno della fase a gironi della Champions League; mentre la Juventus è già certa della qualificazione il Napoli dovrà lottare con le unghie e con i denti all'Estadio de Luz, casa del Benfica (Portogallo). I partenopei non hanno la qualificazione aritmetica tra le mani e pendono su un leggero filo di lana che potrebbe portarli al terzo posto e consentirgli solo l'accesso all'Europa League. Dopo la schiacciante vittoria in campionato contro l'Inter al San Paolo per Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*