Serie B: Antenucci riporta in vetta il Toro (2-1)

Calcio

Serie B: Antenucci riporta in vetta il Toro (2-1)

Due zampate di gran classe per “dire di no” a Riccardo Meggiorini. Ci vuole una doppietta del giocatore fisicamente e tecnicamente più simile al primo acquisto invernale del Torino, Mirko Antenucci, per garantire al Torino il ritorno al comando della classifica: quanta fatica però per superare l’ultima della classe, un Ascoli mai domo anche se poco pungente ma facilitato dagli ormai soliti errori di mira di Bianchi e dal lento risveglio dal letargo dei granata che tornano al successo dopo tre partite di digiuno mostrando comunque anche lampi di bel gioco, quello dei primi due mesi di campionato. Per la serie: si può fare buon calcio anche senza il 4-2-4. L’approccio alla partita dei granata infatti era stato positivo, al contrario delle ultime partite. Circolazione di palla più veloce soprattutto verso gli esterni per aggirare la retroguardia a cinque dell’Ascoli e le occasioni arrivano: Bianchi però non trova la rete al 16’ di testa su cross di Stevanovic ma tre minuti dopo ci pensa l’ex Antenucci a sbloccare il risultato con un’azione personale al limite dell’area conclusa con un bel destro sul palo lungo.

Il più sembra fatto ma i granata pagano cara una distrazione su calcio d’angolo dieci minuti dopo: batte Pederzoli, Parisi perde la marcatura di Manuel Ciofani che da sottomisura non ha difficoltà a superare l’altro ex Coppola.

Il Torino subisce il colpo ed impiega qualche minuto per tornare ad attaccare a testa bassa ma la manovra non è più fluida come nei primi minuti e l’unica occasione capita ancora a Bianchi, ancora di testa su cross di Stevanovic, ma il centravanti non riesce proprio ad inquadrare la porta. Il secondo tempo però vede un Torino più corto e determinato, pronto ad assediare una difesa ascolana comunque mai troppo passiva grazie alle continue sovrapposizioni soprattutto di Gazzola a destra, visto che Tamburini era dovuto uscire per infortunio al 40’. Così Antenucci fa doppietta a metà ripresa bruciando sul tempo il legnoso Andelkovic su assist di Darmian per poi fulminare Guarna con un destro sotto l’incrocio. E’ la rete che sblocca il Toro, protagonista di venti minuti vecchio stile con giocate in velocità ed occasioni a grappoli: Di Cesare coglie la traversa su assist di Suciu poi è Antenucci a sfiorare la tripletta.

L’Ascoli non cambia passo e si accontenta di creare un solo pericolo, su dormita avversaria: De Feudis perde palla sulla trequarti, Papa Waigo calcia chiamando Coppola alla respinta e Sbaffo calcia sul fondo di pochissimo. Una distrazione potenzialmente fatale contro avversari più cinici, ma oggi contava ripartire.

Torino-Ascoli 2-1

Marcatori: 19’, 66’ Antenucci; 40’ M. Ciofani

Torino: F. Coppola; Darmian, Di Cesare, Ogbonna, Parisi; De Feudis, Vives (83’ Dar. D’Ambrosio), Basha; Stevanovic (63’ Surraco), R. Bianchi, Antenucci (81’ Sgrigna). (Morello, Glik, Pagano, Oduamadi). All.: G. Ventura.

Ascoli: Guarna; Gazzola (75’ Beretta), M. Ciofani, Peccarisi, Faisca, Tamburini (40’ Andelkovic); Di Donato, Pederzoli (82’ Ilari), Sbaffo; Soncin, Papa Waigo. (Maurantonio, L. Vitiello, Parfait, Falconieri). All.: M. Silva.

Arbitro: Palazzino (Ciampino)

Ammonito: Tamburini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche